Language   

London

Massimo Priviero
Language: Italian


Related Songs

Il migliore dei mondi possibili
(Massimo Priviero)
Tolpuddle Man
(Graham Moore)
Rose di Romania
(Massimo Priviero)


2017
All'Italia
italia

E’ una canzone contemporanea e felice. Dove un ragazzo parte per Londra conservando l’amore che lo lega a chi invece rimane. Col desiderio e la certezza che questo amore può sopravvivere al cambiamento di vita. Chissà, forse perché l’odierna possibilità di muoversi rende ogni orizzonte molto più vicino di ieri. Dunque, si può magari partire anche con leggerezza di sentimenti e con entusiasmo. Per provare a modellare la propria vita in una direzione che si ritiene più giusta. Per scoprire nuove opportunità. Senza che per questo un amore vero sia destinato a finire ma, anzi, aspettandolo il prima possibile allo scalo dell’aeroporto.

Il ragazzo del video, per inciso, è Tommaso Priviero figlio di Massimo, che a Londra ci vive (o ci ha vissuto per un periodo).

Andarsene via con cuore leggero e un sorriso stampato negli occhi senza aver niente in tasca che non sia la tua giovinezza inarrestabile. Portarsi dietro una storia d’amore che non c’è alcuna ragione per cui debba finire e aspettare la tua innamorata o il tuo innamorato allo scalo di un aeroporto. Perché mai una giovane vita deve essere vessata dalle complicazioni di un futuro che non riesci a vedere e ad un certo punto non debba viceversa diventare il motivo per cui te ne vai a stare sotto un nuovo pezzo di cielo a giocarti le tue carte? Quando sento di ragazzi che riescono ad andarsene con questo spirito li abbraccerei forte uno ad uno. Le distanze accorcia- te e semplificate degli spostamenti possono generare un desiderio di mettersi in gioco magari in modo transitorio e temporaneo. Vivere. Vivere anche un tentativo per vedere cosa può acca- dere. L’assenza di certezze e l’acquisizione della precarietà possono generare una modalità di scelte che puoi anche provare a vivere con spirito lieve. Nulla è definitivo. La tua giovane vita può spostarsi dentro nuovi confini e avere opportunità che neppure ti immagini. Non serve ne- cessariamente avere uno scopo preciso riguardo a quel che vai a fare, può pure non esserci e puoi pure pensare che forse lo acquisirai strada facendo. Oppure tornerai indietro. Inevitabil- mente più ricco del giorno in cui sei partito. Quante vite di ragazzi spese ad aspettare un fine settimana idiota dove girare intorno al nulla. Occhi amorfi, vessati da suoni stupidi che girano intorno e che non necessariamente arrivano da una qualche radio più o meno scema. E’ un suono più generale quello che si infila nella tua esistenza e che ti fa ripetere sempre le stesse co- se, vedere sempre le stesse facce e magari sprecare in questo nulla che vivi pure la bellezza di una storia d’amore. Per cui, ragazzo, se hai appena un po’ di coraggio per farlo ti direi proprio di partire e di cercarti un nuovo orizzonte da vedere. A Londra poi ci cono centinaia di migliaia di italiani. Ci sono stato parecchie volte e in modi diversi. Ci registrai pure il mio primo album quasi trenta anni fa. E’ una grande città meravigliosa. Cammina su una strada e pensa al tuo amore che potrà raggiungerti o da cui potrai tornare con un’ora e mezzo di un volo. Quando vuoi. Sor- ridi ragazzo. E canta il tuo giovane amore su una strada umida di pioggia perché anche la piog- gia può farlo insieme a te se solo sarai capace di coglierne il suono che ti fa arrivare. Non è solo struggimento e paura di non farcela in questa tua vita. Può diventare un felice sorriso, a volte basta soltanto saperlo cercare. E le strade di Londra sono perfette per questo. Fidati.
Massimo Priviero
Partirò amore mio
quando l'alba mi sveglierà
London town è il destino mio
il tuo bacio mi seguirà

Prenderò il mio volo e in un istante salirò
parlerò col cielo e i tuoi occhi cercherò
e tu sarai, tu sarai sole che splenderà
tu sarai stella che brillerà

sai tanta gente se ne andò
i non c'ero e neanche tu
ma quel tempo adesso è qua
nel 2000 e un po' di più

io non ho paura, venga quello che verrà
e sarò lì in piedi poi la vita mi dirà
e tu sarai, tu sarai sole che splenderà
tu sarai stella che brillerà

Tu sarai, tu sarai
tu sarai sole che splenderà
tu sarai stella che brillerà
tu sarai amor che non muore mai

Contributed by dq82 - 2017/9/15 - 11:26



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org