Language   

Il pianto dell'asino

Skassapunka
Language: Italian



Come uno squarcio un timpano bucato
un grido nella notte lo stupro di un sorriso
lo senti il pianto? un cuore si e’ svegliato
per troppe ossa rotte le lacrime sul viso

Le strade vuote, il mondo sta dormendo
la gabbia e’ un letto muto il buio e’ ormai padrone
ad occhi aperti la testa si sta alzando
in questa merda fiuto la mia rivoluzione

Il mondo piange sente la morte
tra le macerie di finta bonta’
il mondo grida sempre piu’ forte
un pugno chiuso stringera’ la liberta’

C’e’ chi resiste, chi fa del branco il centro
e anche sulla schiena il peso ti abbandona
figli di tutti ribelli senza tempo
anche il sovrano trema e’ un pianto che risuona
non nasceranno schiavi nella rivoluzione

Il mondo grida sempre piu’ forte
uoooooooo
per questo fioreche non si arrende
un pugno chiuso stringera’ la liberta’


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org