Language   

Night Flight

Led Zeppelin
Language: English

List of versions


Related Songs

Il disertore del lavoro
(Ahmed il Lavavetri)
Going to California
(Led Zeppelin)
Immigrant Song
(Led Zeppelin)


[1971]
Scritta in gran parte dal bassista e tastierista John Paul Jones, con Jimmy Page e Robert Plant
Originariamente composta per “Led Zeppelin 4” e poi scivolata in “Physical Graffiti” del 1975



Esistono brani dei Led Zeppelin che non siano immortali?
Forse sì, sicuramente pochissimi, ma questo è tra i tanti indimenticabili di certo, e per di più fino a qualche minuto fa non sapevo che fosse una CCG/AWS. Già, perchè “Volo di notte” parla di un ragazzo che cerca di sfuggire al servizio militare. Mica lo dico io, l'ha detto Robert Plant, qui più smagliante che mai...

Proprio a John Paul Jones dobbiamo gran parte del merito per quel che riguarda la successiva canzone, ovvero la dinamica "Night Flight (Volo Notturno)". Come molto spesso avviene quando è il bassista a dettare legge, la canzone mette in risalto la sezione ritmica della band. Cosicché, sono la batteria di Bonzo e l'organo di John Paul Jones a dare anima e corpo al brano, scritto nal 1971 ad Headley Grange con l'intenzione di inserirlo su Led Zeppelin IV - o Untitled se preferite -, ma infine slittato fino alla pubblicazione di Physical Graffiti.

La premiata ditta Bonham&Jones mette in scena un rock dal taglio duro e moderno, ma con un sottofondo - quell'organo suonato da John Paul Jones - che rimanda direttamente ai classici del rock'n roll, rendendo il brano dinamico e coinvolgente. I fills di Bonzo, le sue sfumature di linguaggio e l'intensità dei suoi breaks pongono la base su cui poggiano il riff di Page e la voce di Plant.

Il ruolo del chitarrista, sebbene meno di rilievo del solito ed amputato del consueto assolo, rappresenta comunque un discreto abito che ben calza il corpo grezzo dell'opera, mentre la voce di Robert Plant, più che aggiungersi al sound dei compagni, agisce in simbiosi con essi rafforzandone il tiro. Lo fa senza strafare, solo con quei tecnicismi vocali caratteristici del cantante britannico, i suoi rochi urli ed il sapiente scambio tra toni bassi e potenti acuti; non potenti come prima dell'operazione alla gola, forse, ma sempre riconoscibilissimi. Il testo pensato per il brano gioca su un ambiguità di fondo, un'astrazione concettuale che lo rende "calzante" ai desideri dell'ascoltatore. In realtà, il soggetto è ben preciso: come spiegato dallo stesso Plant, il protagonista del brano è un ragazzo che tenta di scappare dalla leva militare. L'ambiguità sta nel fatto che pur raccontando una storia ben definita, la poetica del cantante fa sì che la lettura possa apparire molto più ampia: non più la semplice fuga di un ragazzo da un obbligo percepito come coattivo, ma una fuga da tutto ciò che è imposto dall'alto per soddisfare le aspettative ed i piani altrui. Il senso pacifista del brano rappresenta il concetto più concreto del suo testo, benché in una chiave anarco-individualista che ben si adatta ad una retorica di più ampio respiro.

Night Flight non venne mai suonata dal vivo dai Led Zeppelin, forti di pezzi più incisivi ma soprattutto più famosi, come Rock and Roll. Tuttavia, è possibile ascoltare la band eseguire il brano durante un soundcheck al Chicago Stadium, durante il suo tour nord americano del 1973.

(dalla recensione dell'album su Rock and Metal in my Blood)
I received a message from my brother across the water
He sat laughin' as he wrote the end's in sight
So I said goodbye to all my friends
And packed my hopes inside a matchbox
'Cause I know it's time to fly

Oh yeah, come on, meet me in the morning
Meet me in the middle of the night
Ah yeah, the morning light is comin'
Don't it make you want to go and feel alright

I just jumped a train that never stops
So now somehow I'll know I never finished payin' for my ride
Just n' someone pushed a gun into my hand
Tell me I'm the type of man to fight the fight that I'll require

Oh yeah, come on, meet me in the morning
Want you meet me in the middle of the night
The morning light is comin'
Don't it make you want to go and feel alright

Oh, mama, well I think it's time I'm leavin'
Nothin' here to make me stay
Whoa, mama, well it must be time I'm goin'
They're knockin' down them doors
They're tryin' to take me away

Please Mr. Brakeman, won't you ring your bell
And ring loud and clear
Please Mr. Fireman, won't you ring your bell
Tell the people they got to fly away from here

I once saw a picture of a lady with a baby
Southern lady, had a very, very special smile
We are in the middle of a change in destination
When the train stops, all together we will smile
Oh, come on, come on now meet me in the morning
Won't you meet me in the middle of the night, night, night
Oh oh, yeah, everybody know the mornin' time is comin'
Don't it make you want to feel alright
Ah, ah, yeah, make me feel alright
Fly now, baby
Get to fly, yeah
Fly now, baby
Oh, hey, hey

Contributed by Bernart Bartleby - 2017/3/29 - 21:42



Language: Italian

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
30-3-2016 14:27
VOLO NOTTURNO

Ho avuto un messaggio da mio fratello in navigazione
Seduto, rideva scrivendo in vista della fine
E allora ho salutato tutti i miei amici
Ho infilato le mie speranze in una scatola di fiammiferi
Perché so che è tempo di volare

Sì, vienimi qua incontro nel mattino
Vienimi incontro nel cuore della notte
Sì, sta arrivando la luce del giorno
Non ti fa venir voglia di andare e di sentirti bene?

Non ho fatto che saltare su un treno che non si ferma mai
E così ora, in qualche modo so che non ho mai finito di pagare il biglietto
Solo che qualcuno mi ha messo un'arma in mano
Dimmi che sono il tipo giusto per combattere come intendo io

Sì, vienimi qua incontro nel mattino
Vienimi incontro nel cuore della notte
Sì, sta arrivando la luce del giorno
Non ti fa venir voglia di andare e di sentirti bene?

Mamma, sì, penso che sia ora di partire
Non c'è nulla che mi faccia restare
Eh, mamma, sì, dev'essere ora che io parta
Stanno bussando forte alle porte
Stanno cercando di portarmi via

Per favore, signor Frenatore, suoni la campanella
E la suoni bella forte e chiara
Per favore, signor Pompiere, suoni la campanella
E dica alla gente di scappare via di qui

Una volta ho visto la foto di una donna con un bimbo
Una del sud, e aveva un sorriso davvero particolare
Proprio ora c'è un cambio di destinazione
Quando il treno si fermerà, sorrideremo tutti insieme
Sì, su, vieni, vienimi incontro nel mattino
Non vuoi venirmi incontro nel cuore della notte, notte, notte?
Sì, sì, tutti sanno che sta arrivando il mattino,
Non ti farà venir voglia di sentirti bene?
Sì, sì...fammi sentire bene...
Vola ora, baby,
Prendi il volo, sì
Vola ora, baby,
Oh, sì, sì

2017/3/30 - 14:27



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org