Lingua   

Tira

Gasparazzo
Lingua: Italiano



Ordinamento penitenziario del presente
percorso obbligato fra macerie
in frammenti di specchi e di stoviglie
nella merda affondan le caviglie
sopraffazione travestita da morale
linee guida, patti e convenienza
la dove nulla è vero
Italia anno zero
servono inconsuete deviazioni
disobbedienza, scarti improvvisi
nelle macerie affondare le mani
alla ricerca di sentieri partigiani
memoria
volto sereno che inizia a raccontare
mano
che ti afferra e non ti lascia morire
canta chi
dalla storia è gettato via
canta chi
ha deviato dalla loro retta via
Armando detto Tira partigiano per un mese
Armando ha rifiutato il percorso già segnato
ha detto “basta continuare a far la lagna”
ha scelto di lottare, ha scelto la montagna
ed era proprio un azione ai margini della statale
lingua ingorda di guerra che ha fame
percorso da marciare con braccia ben stirate
ma Armando detto Tira le sue braccia le ha incrociate
anche se alla fine umiliato e deriso
Armando catturato ha percorso la statale
l’ha percorsa solo tra percosse e offese
Armando torturato sulle strade del paese
calpestato dalla storia, umiliato e deriso
cosi lontano dalle sue colline
una vita nell’ombra si potrà dire
ma quella è l’ombra di un tiranno che muore
calpestato dalla storia, umiliato e deriso
Armando detto Tira partigiano per un mese
Armando torturato sulle strade del paese
sputato giù da un ponte
ma Ivo lo trattiene...
memoria
volto sereno che inizia a raccontare
mano
che ti afferra e non ti lascia morire
canta chi
dalla storia è gettato via
canta chi
ha deviato dalla loro retta via


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org