Language   

Ladri parché?

Gualtiero Bertelli
Language: Italian (Veneto Veneziano)



Demo Romeo, che fra poco col ciaro se fa avanti il controlo e se i ne trova sta roba in barca se trovemo dentro fio al colo. Vaghi te a spiegar che xe pa la zente.
Ladri te sigheno e i no scolta niente
Ladri i te siga e i no scolta niente


Ladri ti,
nianltri che suemo,
de zorno de note
ma il bocon che magnemo
che vedemo negli oci dei fioi che te varda
la paura de un doman senza speranza
de un doman da servi dei stessi agrari
che li han cundanà a una vita da sciavi

Ladri de cosa
de i frutti del mare
che i xe de tutti e che pochi vol sfruttare
dei pessi nati in laguna par tutti
che serà ... a far schei per pochi
in vai che disen xe sue
ma savemo che xe anca nostre
e se e toremo

Ladri par chi
par quei signori
pieni de tere de case de ori
che l'gà donà fortuna ai fassisti
le brigate nere, servi dei nazisti
che l'gà copà torturà nostra zente
mesa in galera anca innosente

Ladri par cosa
par che vuol pesse
par darghe da maganr a chi non gà niente
che xe intrigà a passare la zornata
magnando manco na volta la sera
e che sta in pìe desi ore sul campo
a raspar qualcosa da metter sul piato

Ladri dei ladri
ma s'è mai sentìo
che rubare ai ladroni sia contro Dio
se ciama giustissia
se ciama equità
devo dir che tuti se no'l gà g'avarà
e no me sento serto in grave difetto
se me ... il gerarca o anca il prefetto
mi son qua e non me movo
mi so qua coa me zente
il fassismo se batùo
e no me so batùo par niente
il fassismo se batùo
e no me so batùo par niente


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org