Language   

La guerra degli elefanti

Le Pistole alla Tempia
Language: Italian



(2012)
title track del secondo album della band veronese
La guerra degli elefanti

«In Africa esiste un proverbio: "Quando gli elefanti combattono è sempre l'erba a rimanere schiacciata". Quando i potenti combattono per i loro interessi, spesso i più deboli sono come l'erba, stanno lì e se qualcuno li calpesta non possono farci nulla».

«Non mi sono mai trovato faccia a faccia con un elefante ma sono sicuro che mi farebbe paura. Sarà per la figura imponente, per lo sguardo indecifrabile o per quel senso di diffidenza che ti attaccano addosso fin da piccolo verso chi non conosci, specialmente se è più grande di te; sarà per questo ed altro ma sono sicuro che resterei immobile con le gambe di ghiaccio a immaginare tutti i modi in cui potrebbe farmi a pezzi. Se penso ad un elefante, istintivamente immagino una forza che non puoi fermare, di quelle che, se ti sbattono addosso, ti spazzano via, lontano, dove non ti vede più nessuno. Non so, forse esagero. Magari a quella montagna grigia, di me, potrebbe interessare meno di zero. Forse potremmo addirittura condividere quel granello di vita insieme senza nuocere l’uno all’altro. Forse. Sarebbe bello.

Certo è però che un elefante, se vuole, ti schiaccia. Un po' come fanno certi uomini. Sì, che se ci pensi hanno anche la faccia da pachiderma. Se ne stanno lì a decidere chi vive e chi muore come moderni "Cesare" dal pollice sporco di sangue e di soldi. Un elefante, se vuole, ti ammazza. Un po' come una malattia. Una enorme macchia di buio dalla quale, a volte, non si può proprio scappare. Un elefante, se vuole, ti nasconde. Un po' come l'indifferenza. O l'abbandono in cui vivono tante facce dimenticate troppo in fretta. Un elefante, se vuole, ti cancella. Un po' come la guerra. E di quella ne puoi trovare dappertutto: al lavoro, in macchina, facendo la spesa. Non serve imbracciare un fucile al fronte per sentirla. Potrebbero confezionarla in barrette, tipo al cioccolato, da regalare ai bambini per il compleanno. La guerra è ovunque. Siamo abituati a farla. A subirla. Grandi e piccoli soldati per grandi e piccole battaglie. Non cambia molto».

Fabio Dalai - Le Pistole Alla Tempia
La finestra è rimasta chiusa
sei un soldato di pace e allora
nella borsa cosa hai portato?
caramelle nel carro armato

Con gli elefanti che si fanno la guerra,
se combattono è l’erba a rimanere schiacciata.
Con gli elefanti che si fanno la guerra
se combattono è l’erba a rimanere schiacciata.

Su quell'erba ad aspettare inerme
c'è un esercito di uomini che non sanno niente
Su quell'erba ad aspettare i colpi
c'è un esercito di uomini che non hanno armi

Questa è guerra e lascia solo morte e disperazione
non potrà la tua carriera farti dimenticare
gli occhi tristi dei dottori che poi ricuciranno
i pezzi dei bambini che ogni giorno saltano in aria

Con gli elefanti che si fanno la guerra,
se combattono è l’erba a rimanere schiacciata.
Con gli elefanti che si fanno la guerra
se combattono è l’erba a rimanere schiacciata.

Moriranno e non per la fame,
moriranno e non per malattia
moriranno e non per la fame,
moriranno e non per malattia

2016/10/8 - 23:08



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org