Language   

L'orologio

Anonymous
Language: Italian


Related Songs

Se ci avessi cento figli (O padrone non lo fare)
(Giovanna Marini)
Fábrica
(Legião Urbana)
Dust Can't Kill Me
(Woody Guthrie)




La canzone è stata scritta per ricordare quando un tempo il campanile scandiva ogni segnale: funzioni, incendi, calamità e tutti i cittadini si regolavano con quello. Una volta, pochi potevano permettersi il lusso di possedere un orologio, lo possedeva però il padrone così poteva "rubacchiare" qualche minuto in più di lavoro alle mondine a meno che il vento non portasse di lontano il rintocco dell'ora che diceva fine all'estenuante fatica. Ma le mondine si regolavano anche in base alla posizione del sole e qualora l'orario non fosse stato rispettato, cantavano in faccia al padrone che erano decise a "lasà l'erba e a sciancà al ris" e al padrone non restava che accontentarle.

Testo tratto dal libro Riseri dal me coeur
Di D. Massa, R. Palazzi e S. Vittone

Dal sito :Ecomuseo delle terre d'acqua
L'orologio, l'orologio, l'orologio per favore chi lo tiene
Ah! se va bene, ah! se va bene,

Vorrei saper, vorrei saper che ora è!
Iè sunà trè bot al paìs, la sùma l'erba, la sùma l'erba
Iè sunà trè bot al paìs, la sùma l'erba rancuma ‘l ris.

Tut al dì a la rèis dal sul e la séria a fa l'amur
Amùr amùr amùr e la rosa a l'è ‘n bèl fiùr.

Tùt al dì a rancà i testin e la séria a fa i basin,
amùr amùr amùr e la rosa a l'è ‘n bèl fiùr.

L'orologio, l'orologio, l'orologio per favore chi lo tiene
Ah! se va bene, ah! se va bene,

Contributed by adriana - 2016/8/9 - 12:52



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org