Lingua   

L'Egira Toscana, ossia la Cremania

anonimo
Lingua: Italiano (Toscano)


Ti può interessare anche...

Rasponi per la pace
(Lello Vitello)
La Tirolese (E semo livornesi)
(anonimo)
Riccardo Marasco: Vita, morte e miracoli di Luca Cava
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


Ho trovato questa composizione poetica in sestine, nel libro di Riccardo Marasco "Chi cerca Trova" e la descrizione di questo componimento è abbastanza lunga e complessa. Citerò alcuni passi che riporta il Marasco nella descrizione del canto:
...E così chi vince si crea pian piano una figura morale, una credibilità etica senza la quale non potrebbe godere i frutti della sua vittoria, la conquistata gestione del potere.
Fatto è che la nostra Armata ne commise di cotte e di crude e al pomeriggio del 7 Luglio 1799 arrivò a Firenze, entrando da porta S, Nicolò e da porta alla Croce. e nelle sestine c'è appunto la descrizione del fatto. Le milizie brigantesche, circa cinquemila uomini, erano capeggiate da una donna e un frate, oltre al marito e all'amante di lei, e si trattava di Cassandra Cini Mari, detta la Sandrina, figlia del macellaio di Montevarchi Lorenzo Mari, suo marito, vecchio ufficiale dei dispesri dragoni granducali, Lord Willdham. ambasciatore d'Inghilterra presso la corte Borbonica di Ferdinando III poi passato a Firenze per distinguersi negli stravizi e nei bagordi, e un frate zoccolante di Monte S. Savino che veniva descritto così: Frate zoccololante, giovane atticciato, allombato, grosso, Nerboruto ed era il cappellano dell'inclita Armata delle Fede e il confessose dell'Alessandrina

Per ulteriori ragguagli trovare il libro di Marasco Chi cerca Trova e andare alle pagine 134. 135. 136

A volte si producono delle cose quasi incredibili, dei casi di "telepatia" che è sinceramente difficile spiegare in modo razionale. Così, pochi giorni fa, compulsando la mia copia del "Chi cerca trova" di Marasco alla ricerca di testi da inserire nel sito, mi ero imbattuto in questa composizione. Perché non l'avevo inserita? Ma chi lo sa. Forse per semplice pigrizia! Poi, qualche giorno dopo, arriva Gildo dei Fantardi.... [RV]
Dopo due giorni, fecero l'ingresso
del Casentin le truppe del Valdarno
colle Aretine e presero possesso
della cità che signoreggia l'Arno;
ed erano di queste le brigate
guidate da una donna insieme a un frate

E militava sotto San Francesco
ol padre condottiero riverito;
e si vedea che stava bene a desco,
e gli reggeva forte l'appetito,
perchè manifestava una collottola,
che pareva di ciccia una pallottola.

Ad onta della costituzione
ei come un Saracino cavalcava;
al popolo facea l'allocuzione,
e un bianco fazzoletto sventolava,
e alzando spesso la sua voce pia,
lacrimando dicea: "Viva Maria!"

Non men di lui, la donna ardita e lesta
si mostrava fra gli altri cavalieri
cangiata avea nell'elmo la sua cresta,
avea gli atti e portamenti fieri;
e le reliquie in essa si vedea
della distrutta patria di Enea.

inviata da Luciano Filippi alias Gildo dei Fantardi - 7/1/2007 - 20:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org