Language   

Forbidden Colours

Ryuichi Sakamoto / 坂本 龍
Language: English

List of versions


Related Songs

John
(Juri Camisasca)
Un soir de mai
(Pia Colombo)
Fantastic Voyage
(David Bowie)


[1983]
Parole di David Sylvian
Musica di 坂本 龍 / Ryuichi Sakamoto
Nella colonna sonora di “戦場のメリークリスマス” (“Senjō no Merī Kurisumasu”), letteralmente “Buon Natale sul campo di battaglia”. Sul mercato anglosassone con il titolo “Merry Christmas, Mr. Lawrence”, in alcuni paesi europei con il titolo “Furyo” (dal giapponese “俘虜”, ossia “Prigioniero di guerra”. Diretto da Nagisa Oshima e uscito nelle sale nel 1983.
Il titolo del brano fa riferimento al racconto “禁色” (“Kinjiki”, da noi “Colori proibiti”) scritto nei primi anni 50 del 900 da Hiraoka Kimitake, in arte Yukio Mishima (1925-1970), scrittore, drammaturgo, saggista e poeta giapponese.
Ho preferito attribuire il brano a Sakamoto piuttosto che a Sylvian perché è la melodia immortale e non tanto il testo, pur assai significativo, ad essere memorabile.

Forbidden Colours

Ammettendo che ho pensato a proporre questo brano come tributo al grande David Bowie, grandissimo in questa pellicola nell’interpretazione che ci offre del maggiore neozelandese Jack Celliers, non mi sto a dilungare sulla trama di un capolavoro ben conosciuto da tutti. E se c’è qualcuno che non lo conosce, beh, se lo vada subito a vedere e di corsa…
Dico solo che propongo il brano come Canzone d’amore contro la guerra perché l’estremo, simbolico sacrificio di Jack Celliers - che condanna sé stesso ma salva i propri compagni dall’ira del capitano giapponese Yonoi (interpretato dallo stesso Ryuichi Sakamoto) e contemporaneamente rivela al mondo tutte le umane passioni sottese e taciute - è il trionfo dell’amore e della vita sulla ferocia mortale ed il rigore disumano delle ideologie e delle convenzioni di cui troppo spesso gli uomini sono miseri autori ed attori, specie in situazioni come la guerra o dove domina l’arbitrio su altri esseri umani.



Nel film la migliore rappresentazione di quel che voglio dire è la scena madre in cui Jack Celliers si stacca dal gruppo dei prigionieri e, come se le guardie giapponesi nemmeno potessero vederlo, si dirige verso Yonoi, si frappone tra lui ed il capitano Hicksley (Jack Thompson) che sta per essere passato a fil di spada, e bacia il capitano nipponico due volte intensamente sulle guance, rivelando il sentimento omosessuale di lui e offrendosi come vittima sacrificale al posto dei suoi compagni.
The wounds on your hands never seem to heal
I thought all I needed was to believe

Here am I, a lifetime away from you
The blood of Christ, or the beat of my heart
My love wears forbidden colours
My life believes

Senseless years thunder by
Millions are willing to give their lives for you
Does nothing live on?

Learning to cope with feelings aroused in me
My hands in the soil, buried in side of myself
My love wears forbidden colours
My life believes in you once again

I'll go walking in circles
While doubting the very ground beneath me
Trying to show unquestioning faith in everything
Here am I, a lifetime away from you
The blood of Christ, or a change of heart

My love wears forbidden colours
My life believes
My love wears forbidden colours
My life believes in you once again

Contributed by Bernart Bartleby - 2016/1/18 - 11:04



Language: Italian

Versione italiana, collage da Origami e Pictures of You
sperando di aver preso il meglio delle due...
COLORI PROIBITI

Le piaghe sulle tue mani sembrano non guarire mai
Pensavo di aver solo bisogno di credere

Sono qui una vita lontano da te
Il sangue di Cristo, il battito del cuore
Il mio amore veste colori proibiti
la mia vita ci crede.

Privi di significato, sono passati gli anni
milioni di persone hanno dato la vita per te
Niente continua a vivere?

Via via ho imparato a confrontarmi con i sentimenti, sempre di più.
Le mie mani sprofondate nella terra, sepolte dentro me.
Il mio amore indossa colori proibiti
la mia vita ci crede ancora

Camminerò in cerchio
Non crederò neanche alla terra su cui cammino
mostrerò una inoppugnabile fede verso chiunque incontrerò
Sono qui una vita lontano da te
Il sangue di Cristo o un cambio di cuore

Il mio amore indossa colori proibiti
La mia vita crede
Il mio amore veste colori proibiti
la mia vita ci crede ancora

2016/1/19 - 12:04


Scusate, neh, ma che non rientri pure nel percorso "Comunità LGBT e omofobia: l' amore contro la violenza dei pregiudizi"?

Bernart Bartleby - 2016/1/18 - 12:39


Bravi, siete peffidi ma pazienti & giusti...

B.B. - 2016/1/18 - 12:47



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org