Lingua   

Anche questi son sardi

Altera
Lingua: Italiano



Anche questi son sardi.
I miei fratelli, qui, sono in esilio.
E, come me, nel cuore, hanno la pietra
del disinganno.
Anche qui si combatte
sopra un fronte
che non dà tregua.
E si cade, anche qui, sulla breccia
col sangue fra i denti.
Gli stessi volti…
Pastori divenuti manovali
ma con l’aroma del lentischio,
ancora,
dentro le nari.
I contadini si sono fatti artieri,
ma hanno l’ossa ancora nella terra
impastate e infangate.
Questa terra superba che ci esilia
dal nostro sole,
non suona bella agli occhi,
né al cuore.
Questa terra superba che ci esilia
dal nostro sole,
non suona bella agli occhi,
né al cuore.
Siamo come asfodeli trapiantati,
secchi, stecchiti,
senza più un fiore in bocca”
Siamo come asfodeli trapiantati,
secchi, stecchiti,
senza più un fiore in bocca...


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org