Language   

Пацаны

DDT / ДДТ
Language: Russian

List of versions


Related Songs

Вы жертвою пали
(Anton Aleksandrovič Amosov [Arkadij Archangelskij] / Антон Александрович Амосов [Аркадий Архангельский])
Черный тюльпан
(Aleksandr Rozenbaum / Александр Розенбаум)
Старинная солдатская песня
(Bulat Šalvovič Okudžava / Булат Шалвович Oкуджава)


Patsany
[1994-96]
Scritta da Yuri Shevchuk / Юрий Шевчук, fondatore e leader dei DDT
Nell’album intitolato “Рожденный В СССР”, ossia “Born in USSR”

Рожденный В СССР

La canzone fu scritta all’epoca della Prima guerra di Cecenia (1994-1996), condotta da Boris Eltsin (bilancio: circa 100.000 morti di cui 80.000 civili) e di lì a poco ripresa dallo czar Vladimir Putin, che nel Caucaso per 10 anni (1999-2009) allestì il suo personale laboratorio per la rinascita della Grande Madre Russia, con oltre 65.000 morti di cui 50.000 civili…

Prima guerra cecena, fotografia di Alexander Nemenova, fotoreporter al seguito delle truppe di occupazione.
Prima guerra cecena, fotografia di Alexander Nemenova, fotoreporter al seguito delle truppe di occupazione.
Умирали пацаны страшно,
Умирали пацаны просто.
И не каждый был снаружи прекрасный,
И не все были высокого роста.

Но когда на меня смотрели
Эти пыльные глаза человечьи,
Не по-птичьи, да не по-овечьи,
По-людски они меня грели.

А я им пел рок-н-ролльные песни,
Говорил: все будет нормально.
И я кричал им, что мы все вместе!
Да как-то слушалось это банально.

Чем ближе к смерти, тем чище люди,
Чем дальше в тыл, тем жирней генералы.
Здесь я видел, что может быть будет
С Москвой, Украиной, Уралом.

Восемнадцать лет - это не много,
Когда бродишь по Тверской да без денег,
И не мало, когда сердце стало,
А от страны тебе - пластмассовый веник.

Страна поет им рок-н-рольные песни,
Говорит: все будет нормально.
Страна кричит, что мы все вместе!
Да звучит это как-то банально.

Умирали пацаны страшно,
Умирали пацаны просто.
И не каждый был снаружи прекрасный,
И не все были высокого роста.

Contributed by Bernart Bartleby - 2015/12/23 - 14:33




Language: Italian

Traduzione in Italiano
RAGAZZI

Ragazzi che muoiono spaventosi
I ragazzi sono appena morti.
E non tutti erano belli fuori
E non tutti erano alti.

Ma quando mi guardarono
Questi occhi polverosi sono umani
Non come un uccello, ma non come una pecora,
In un modo umano, mi hanno scaldato.

E li cantavo canzoni rock and roll,
Ha detto: andrà tutto bene.
E ho urlato che eravamo tutti insieme
Sì, come è stato ubbidito, era banale.

Il più vicino alla morte, le persone più pulite
Più lontano è il posteriore, più grossi sono i generali.
Qui ho visto che forse
Con Mosca, Ucraina, Ural.

Diciotto anni non sono molti
Quando vai in giro per Tverskaya ma senza soldi.
E non poco, quando il cuore divenne,
E dal paese a te - una scopa di plastica.

Il paese canta canzoni rock and roll,
Dice che andrà tutto bene.
Il paese grida che siamo tutti insieme
Sì, sembra un banale.

Ragazzi che muoiono spaventosi
I ragazzi sono appena morti.
E non tutti erano belli fuori
E non tutti erano alti.

Contributed by Donatella Leoni - 2019/2/26 - 15:48


Le cifre che ho riportato in introduzione sono quelle dei morti ceceni... Ovviamente la canzone - così come Черный тюльпан di Alexander Rosenbaum - parla dei ragazzi russi mandati a morire nel Caucaso dai vari zar succedutisi dalla caduta dell'URSS fino a tempi recentissimi...

Bernart Bartleby - 2015/12/23 - 14:43




Language: Italian

Versione italiana di Daniil Nagavkin
RAGAZZI

Morivano i ragazzi spaventosamente,
Morivano i ragazzi semplicemente,
E non tutti erano belli fuori
E non tutti erano alti.

Ma quando mi guardavano,
Questi occhi impolverati erano umani,
Né da uccello, né da pecora,
In modo umano, mi scaldavano.

Ma io gli cantavo canzoni rock and roll,
Gli dicevo: andrà tutto bene,
E gli urlavo che eravamo tutti insieme,
Ma sembrava un po' banale.

Più vicino alla morte, le persone sono più pure
Più lontano nelle retrovie, i generali sono più grossi,
Qui ho visto cosa potrebbe succedere,
Con Mosca, l'Ucraina, l'Ural.

Diciott'anni non sono molti,
Quando vai in giro per la Tverskaya senza soldi,
E non sono pochi, quando si ferma il cuore,
E dal paese ricevi soltanto una scopa di plastica.

Il paese gli canta canzoni rock and roll,
Dice: andrà tutto bene,
Il paese grida che siamo tutti insieme,
Ma sembra un po' banale.

Morivano i ragazzi spaventosamente,
Morivano i ragazzi semplicemente,
E non tutti erano belli fuori
E non tutti erano alti.

Contributed by Daniil Nagavkin - 2021/5/19 - 00:45



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org