Language   

87 ore

99 Posse
Language: Italian



87, non mi ricordo bene com'è stato
sto molto male, sono fatto, frastornato
non mi ricordo bene com'è stato
che mi ritrovo qua nudo e legato troppo stretto a questo letto maledetto
87, non riesco a respirare,
ricordo, ero un maestro elementare
un libertario, respiravo
ricordo, stavo a mare e il mare mi suonava nella testa
e ricordo che sentivo di cantare e cantavo dell'amore, dell'odio, la passione, ribellione
gridavo contro il mare e stavo male ma anche bene
mò vaglielo a spiegare al maresciallo travestito da dottore che è stato un grande equivoco, che mi deve slegare
mò non dovrei gridare ma è possibile, mi dico che nessuno tenga un cuore o quantomeno un occhio clinico, sto male mi uccidono
ho gridato troppo forte e adesso vengono a ammazzarmi
87, come Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, maledetti
coi vostri piccoli giochetti di potere
dallo sbirro all'infermiere, siete peggio della merda ma vi voglio ringraziare
perché muovo consapevole che tenevo ragione su di voi
87 volte c'ho ragione
e canto a denti stretti nel torpore.

Addio Lugano bella,
gli anarchici van via. [ad libitum]


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org