Lingua   

Se ero io

Antonietta Laterza
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Güldünya
(Zülfü Livaneli)
La montagna
(Antonietta Laterza)
La Source
(Isabelle Aubret)


[1975]
Parole di Antonietta Laterza
Musica di Antonietta Laterza e Nadia Gabi
Nel disco d’esordio della cantautrice ed attrice bolognese, intitolato “Alle sorelle ritrovate”, pubblicato dalla Cramps Record a partire dalla registrazione di un concerto.
Testo trovato su Il Deposito, come tratto da “Nella donna c'era un sogno... : canzoniere femminista”, a cura di Marina Bacchetti, Moizzi editore, Milano, 1976.


Se ero io tua madre
non avrei scordato le doglie
le ore la fatica dedicate a te
per trovarmi vicino
un essere diverso e lontano da me.
Sfruttate il mio utero
come una miniera d'oro
il mio corpo deve solo dare
morire di sentimento.
Questo per voi significa amare.

Se ero io tua moglie
non avrei servito ubbidiente
come il cane fa al suo padrone
per impazzire nella casa
prigione delle mie aspirazioni.
Comperate con il matrimonio
la puttana la serva la sicurezza
devo accettare sorridendo
e trangugiare fiele.
Questo per voi significa amare.

Se ero io il mondo
non avrei inventato l'Inferno
creato il potere sull'arbitrio maschile
che vuol dire sfruttamento
violenza famiglia cuore dell'oppressione.
La girandola dell'orrore
gira contro l'utopia
sarà l'angoscia delle donne
ad invertire il senso.
Questo per noi significa amare.

Sì, sono io donna
dove tutto finisce
dove tutto ricomincia
la coppia muore
nasce la comunicazione.
Pianterò sulla tomba
del patriarcato e del capitale
un tulipano rosso
che guarda il mare.

Questo per noi
significa amare.

inviata da Bernart Bartleby - 30/10/2015 - 10:20



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org