Language   

Vann'Antò: L'urtima guerra

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Language: Sicilian

List of versions


Related Songs

Il mio paese è l'Italia
(Salvatore Quasimodo)
Why Old Men Cry
(Dick Gaughan)
And When They Ask Us
(Joan Littlewood and her Theatre Workshop)


[1955]
Versi di Vann'Antò, pseudonimo di Giovanni Antonio Di Giacomo (1891-1960), poeta e scrittore siciliano, docente di letteratura delle tradizioni popolari all’Università di Messina.
Un poesia pubblicata sulla rivista “Il Ponte” nel 1955. Credo che poi sia stata inclusa nella raccolta intitolata “U vascidduzzu” pubblicata l’anno seguente.
Testo trovato qui



Giovanni Antonio, per ciò detto Vann'Antò, era nato nel 1891 a Ragusa, ultimo di sette figli maschi. Il padre Salvatore era minatore ma decise che il piccolo, a differenza dei suoi fratelli, avrebbe studiato. E così Vann'Antò fece il liceo classico a Siracusa e poi si laureò in Lettere a Catania con una tesi sul verso libero. Tornato a Ragusa, fondò con altri una rivista letteraria, "La Balza", di matrice futurista. E come molti intellettuali di quella corrente, allo scoppio della Grande Guerra anche Vann'Antò fu fervente interventista ma, arruolatosi e destinato a tenente di fanteria, ne scoprì molto presto tutto l’orrore e l’inutilità.
Vann'Antò è considerato uno dei massimi esponenti della poesia siciliana del 900, insieme ai suoi amici Ignazio Buttitta e Salvatore Quasimodo.
Cu ntê càmmini ca cumànnanu
(cuomu rici lu muttu anticu)
e li puòpuli ca si scànnanu!
l'un all'àutru e pirchì? nnimicu,
basta rìciunu la patria:
basta sièmu piècuri stùpiti
tinti piècuri testa-calata
Ca ci attocca fari li lupi,
ni pigghiàu la gran fuddia
ca cciù miegghiu a l'ucciria!

Mmarditti puopuli e cu ni cuverna,
ca nun c'è cciù riliggioni:
nun cririèmu a la vita eterna
e curriemu a la distruzioni!
ni sduffammu ri la campata
ca finìu giustizzia e amuri
e finissi testa-tagghiata
lu stissu munnu lu stissu suli,
fussi morti ri ntunnu nsumma
quantu spara l'urtima bumma!

Quantu fussi l'urtima guerra
e addiu gioia la matina
ca ti susi e aruri la terra,
biniritti ri l'acquazzina
macci e sciuri e lu laùri.

Contributed by Bernart Bartleby - 2015/10/27 - 10:54




Language: Italian

Traduzione italiana dalla pagina americana citata in introduzione.
L’ULTIMA GUERRA

I re in camera che comandano
(come dice il proverbio antico)
ed i popoli che si scannano!
l'uno all'altro e perchè? nemico,
basta dicano la patria:
basta siamo pecore stupide,
tristi pecore testa-piegata
che gli tocca fare da lupi,
presi dalla gran follia
che al macello meglio sia!

Maledetti popoli e chi ci governa,
chè non v'è più religione:
non crediamo alla vita eterna
e corriamo alla distruzione!
siamo stufi della vita,
chè finì giustizia e amore,
e finisse "testa-mozzata",
lo stesso mondo, lo stesso sole,
fosse morte totale insomma
pur che scoppi l'ultima bomba!

Purchè sia l'ultima guerra
e addio gioia la mattina
quando sorgi e adori la terra,
benedetti dalla rugiada
alberi e fiori e il grano.

Contributed by Bernart Bartleby - 2015/10/27 - 10:54




Language: English

Traduzione inglese dalla pagina americana citata in introduzione.
THE LAST WAR

There are men in chambers who give orders
(as the old saying goes)
and people slaughter one another. Why?
Because they're enemies,
all that they need to say is "Motherland."
Enough! We're all a herd of stupid sheep,
who go about with heads low to the ground,
forced to behave like wolves.
We have been touched by a mad thought
that at the slaughterhouse we would be better off.

Curse on the people and on those who govern,
for we no longer have religion;
we don't believe in the eternal life
and run after destruction;
we are fed up with living
because justice and love have disappeared.
So let the world end, its head chopped off,
let the sun die too
so there will be death all around
provided the last bomb explodes,

Provided it be the last war...
and good bye to joy when in the mornings
you rise and admire the earth,
trees and flowers blessed by the dew
and wheat that grows aided by eager looks

Contributed by Bernart Bartleby - 2015/10/27 - 10:55



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org