Language   

Angelina

Mario Mantovani
Language: Italian



Quel 25 aprile sembrava un giorno come tanti
sulla facciata della chiesa c'erano sempre quei 2 santi
Angelina la sartina stretta nello scialle nero
tornava verso casa alzava gli occhi al cielo
di questa triste guerra non ne possiamo più
"Ti prego fai qualcosa, Signore, pensaci tu"

Appoggiato ad un muro, c'era un vecchio a raccontare
di una colonna di tedeschi che aveva visto scappare
andavan verso i monti, tornavano in Germania
si portavano la guerra, e tutta la sua infamia
guardava il cielo Angelina stretta nello scialle nero
"Ti prego, Signore, fa che sia vero"

Una scarica di mitra, un vomito di guerra
davanti al municipio, c'è un ragazzo sulla terra
fiori rossi tutt'intorno, fiori rossi sulla bocca
ci son due camicie nere, che gli tormentano la giacca
Angelina scappa in chiesa stretta nello scialle nero
"Ti prego, mio Signore, fa che non sia vero"

Quel 25 aprile la guerra sembrava finita
ma un ragazzo di vent'anni, ci lasciava la sua vita
la lasciava su quei sassi, quasi non valesse niente
sotto un cielo d'aprile che sembrava indifferente
Angelina la sartina stretta nello scialle nero
cammina verso casa e alza gli occhi al cielo
di questa triste guerra non ne possiamo più
"Ti prego fai qualcosa, Signore, pensaci tu"


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org