Lingua   

Un pregiudizio

Ventruto
Lingua: Italiano




Cammina d'un passo distratto
su quelle strade di periferia
la gente lo guarda perplessa
è più di un'ora che gira via
c'è un grido, un bisogno d'affetto
giù le barriere sociali e l'ipocrisia

prova a capire se vuoi che mai
un pregiudizio renderà mai
giustizia, un mondo più puro
diverso nel tempo come vorrei

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai

riflesso ritratto allo specchio
lui abbassa lo sguardo,
intanto lei è andata via
la gente che ride, che dice
... su spalla
che vuoi che sia
c'è un grido, un bisogno d'affetto
giù le barriere sociali e l'ipocrisia

prova a capire se vuoi che mai
un pregiudizio renderà mai
giustizia, un mondo più puro
diverso nel tempo come vorrei

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai

Si dice perfetto, chi non ha un difetto
ma spiegami che cos'è
ma non c'è perfetto, c'è sempre un difetto
non siamo diversi io e te

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai

tu ci sei o non ci sei
mi guardi e non parli mai
esprimiti nei limiti
sbilanciati e capirai


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org