Language   

Charlie Don't Surf

The Clash
Language: English

List of versions


Related Songs

The End
(The Doors)
Get Down Moses
(Joe Strummer & The Mescaleros)
Rock The Casbah
(The Clash)


da "Sandinista" (1980)
Sandinista!

Sul significato (qui ironico) che l'espressione cinese Gung-ho ha assunto in inglese, si veda wikipedia

"Charlie don't surf" è naturalmente una citazione di Apocalypse Now di Francis Ford Coppola.

apocalypselancekilgore
Charlie don't surf and we think he should
Charlie don't surf and you know that it ain't no good
Charlie don't surf for his hamburger mama
Charlie's gonna be a napalm star

Everybody wants to rule the world
Must be something we get from birth
One truth we never learn
Satelites will make space burn

We been told to keep the strangers out
We don't like 'em starting to hang about
We don't like 'em over town
Across the world we're gonna blow 'em down

The reign of the superpowers must be over
So many armies can't free the earth
Soon rock will roll over
Africa is choking on their cocacolas

Charlie don't surf and we think he should
Charlie don't surf and you know that it ain't no good
Charlie don't surf for his hamburger mama
Charlie's gonna be a napalm star

There's one-way street in a one-horse town
A lot of one-way people starting to brag around
You can laugh, put 'em down
These one way people gonna moe us down

Gung-ho gung-ho.



Language: Italian

Versione italiana, da Radio Clash
CHARLIE NON FA IL SURF

Charlie non fa il surf ma pensiamo dovrebbe
Charlie non fa il surf e non è una bella cosa
Charlie non fa il surf per la sua mammina hamburger
Charlie diventerà una star del napalm

Tutti vogliono comandare il mondo intero
Deve essere una nostra tara ereditaria
E non impareremo mai
Che i satelliti bruceranno l'universo

Ci hanno detto di tener lontani gli stranieri
Non ci piace averli in mezzo ai piedi
Non li vogliamo a spasso in città
Li spazzeremo via dalla faccia della terra

Il regno delle superpotenze deve finire
Tutti questi eserciti non libereranno il mondo
Presto il rock prenderà il sopravvento e tutto cambierà
L'Africa soffoca bevendo la loro cocacola

Charlie non fa il surf ma pensiamo dovrebbe
Charlie non fa il surf e non è una bella cosa
Charlie non fa il surf per la sua mammina hamburger
Charlie diventerà una star del napalm

In una citta noiosa non c'è modo di divertirsi
Un mucchio di gente fissata va in giro a vantarsi
Tu puoi sfotterli umiliarli
Ma questa gente ci falcerà via

Che schifo, che schifezza

2006/3/17 - 16:20




Language: Italian

In questo sito, oltre a raccogliere canzoni contro la guerra, ci piace seguirne le mille strade, spesso completamente opposte a quella iniziale, si pensi alla versione fascista ucraina di Bella Ciao; oppure semplicemente parallele.
Per questo motivo inserisco qui "Charlie fa surf" dei Baustelle.

La canzone è ispirata a Charlie Don't Surf, opera di Maurizio Cattelan, nella quale è rappresentato un bambino con le mani inchiodate al banco di scuola con le matite (a sua volta ispirato ad un dialogo del film Apocalypse Now, che aveva ispirato anche un brano dei Clash Charlie Don't Surf).

Francesco Bianconi, frontman dei Baustelle, ha spiegato che il testo ha due chiavi di lettura. La prima è quella che traspare chiaramente: si tratta di un canto rock and roll di ribellione adolescenziale con riferimenti ai Ramones (la mazza da baseball di Beat on the Brat) in cui il linguaggio gergale e diretto è volutamente provocatorio.

La seconda lettura è una condanna dei ragazzi d'oggi, i quali, per sentirsi diversi, non fanno che identificarsi in certe tipologie di musica e modi di essere con il risultato di diventare comunque omologati. Gli adolescenti, protagonisti del brano, vengono definiti dallo stesso Bianconi come «un esercito di piccoli ribelli inquadrati in un anticonformismo di massa»[3] e «dei piccoli cristi caricaturali vittime di una società vuota, senza valori, che li vuole tutti uguali anche nel momento della trasgressione. In questo brano li prendo un po’ in giro ma un po’ li compatisco anche, la loro trasgressione è falsa e serve soltanto a tenerli a bada e ad omologarli».[

Charlie don't surf, Maurizio Cattelan
Charlie don't surf, Maurizio Cattelan
CHARLIE FA SURF

Vorrei morire a questa età
vorrei star fermo mentre il mondo va
ho quindici anni
Programmo la mia drum-machine
e suono la chitarra elettrica
vi spacco il culo
è questione d’equilibrio
non è mica facile

Charlie fa surf, quanta roba si fa
MDMA
ma le mani chiodate se
Charlie fa skate, non abbiate pietà
crocifiggetelo, sfiguratelo in volto
con la mazza da golf
alleluja alleluja
Mi piace il metal, l’r'n’b
ho scaricato tonnellate di
filmati porno
e vado in chiesa e faccio sport
prendo pastiglie che contengono
paroxetina
Io non voglio crescere
andate a farvi fottere

Charlie fa surf, quanta roba si fa
MDMA
ma le mani chiodate da
un mondo di grandi e di preti fa skate
non abbiate pietà
una mazza da baseball
quanto bene gli fa
alleluja alleluja

Contributed by Donquijote82 - 2014/10/22 - 11:36



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org