Language   

Domino

Genesis
Language: English

List of versions


Related Songs

Cadarache
(Francesca Solleville)
Vamos a la playa
(Righeira)
Lutaremos, meu amor
(Manuel Freire)


[1986]
Lyrics / Testo : Tony Banks
Musica / Music : Banks - Collins - Rutherford
Da / From Invisible Touch

geninvitouch


"Invisible Touch (1986) è il tredicesimo album in studio dei Genesis. Uscito nel 1986, ha raggiunto subito il primo posto nelle classifiche inglesi dove è rimasto per 96 settimane, rendendolo di gran lunga l'album col più alto successo commerciale della loro carriera, e, alla fine, ha venduto oltre 15 milioni di copie in tutto il mondo dove ha raggiunto il primo posto nella Canadian Albums Chart ed in Nuova Zelanda, il secondo in Olanda e Germania Ovest, il terzo nella Billboard 200 ed in Norvegia, il quarto in Svizzera e Svezia, il quinto in Austria, il sesto in Italia e l'ottavo in Francia. Ha generalmente avuto giudizi favorevoli dalla critica e prodotto cinque singoli negli Stati Uniti, tutti arrivati nei primi 5 posti della classifica, compresa la title track che ha raggiunto il primo posto, peraltro l'unica canzone dei Genesis da sempre ad aver raggiunto il primo posto negli Stati Uniti. - it.wikipedia



La sesta traccia dell'album Invisible Touch è la lunghissima Domino, divisa in due parti: la prima, In the Glow of the Night, è stata anche l'intero lato B del single Tonight, Tonight, Tonight mentre la seconda, The Last Domino, si trova esclusivamente nell'album Invisible Touch (lato B). In tutto, con le sue due parti, Domino dura 10 minuti e 46 secondi, ciò che la rende la più lunga canzone dei Genesis di tutti gli anni '80. Sebbene la canzone intera non sia mai stata pubblicata in singolo, si ritrovò ad un certo punto al n° 29 delle Mainstream Rock Charts.
Generalmente è stata vista come un incubo nucleare, pur avendo sempre ammesso molteplici interpretazioni. Sul Disco II del DVD live When in Rome 2007, però, in un clip intitolato Tony talks about his inspiration, Tony Banks fornisce un'interpretazione diversa dichiarando che l'ispirazione per il testo di questa canzone proverrebbe dalla guerra in Libano del 1982, che ancora era oggetto di contestazione prima della registrazione dell'album. L'ambientazione, secondo Banks, sarebbe una stanza d'albergo a Beirut pochi minuti dopo che le bombe sono cominciate a cadere sulla città. Per questo motivo attribuiamo la canzone ai due relativi percorsi, “Contro il nucleare” e “L'Olocausto palestinese”. [CCG/AWS Staff]

Part 1: In the Glow of the Night


The grey of evening fills the room,
There's no need to look outside,
To see or feel the rain.
Then I reach across to touch her,
But I know that she's not there.
Rain keeps running down the window pane.
Time is running out for me.

Can't you see what you are doing to me?
Can't you see what you have done?
As I try to pass another long and sleepless night,
A hundred crazy voices call my name,
As I try to pass them by,
I almost can believe that she is here,
Here in the glow of the night.

Do you know what you have done?
Do you know what you've begun?
Do you see we shall never be together again?
All of my life.

Lonely people, empty rooms,
Pointless violence, silent tombs.
Could it be that we shall be together again?

Sheets of double glazing help to keep outside the night,
Only foreign city sirens can cut through,
Nylon sheets and blankets help to minimize the cold.
But they can't keep out the chilling sounds.
Will the nightmare soon give way to dreaming
That she is here with me?
Here in the glow of the night.

Do you know what you have done?
Do you know what you've begun?
Do you see we shall never be together again?
All of my life.

Lonely people, empty rooms,
Pointless violence, silent tombs.
Could it be that we shall be together again?
Could it be that we shall be together again?

In silence and darkness
We held each other near that night
We prayed it would last forever.


Part 2: The Last Domino


Blood on the windows
Millions of ordinary people are there
They gaze at the scenery
They act as if it is perfectly clear
Take a look at the mountains
Take a look at the beautiful river of blood.

The liquid surrounds me
I fight to rise from this river of hell
I stare round about me
Children are swimming and playing with boats
Their features are changing
Their bodies dissolve and I am alone.

Now see what you've gone and done.
Now see what you've gone and done.

Well now you never did see such a terrible thing
As was seen last night on T.V.
Maybe if we're lucky, they will show it again
Such a terrible thing to see - oh
But there's nothing you can do when you're next in line
You've got to go domino.

Now I'm one with the living and I'm feeling just fine
I know just what I gotta do
Play the game of happiness and never let on
That it only lives on in a song - oh
Well there's nothing you can do when you're next in line
You've got to go domino.

Do you know what you have done?
Do you know what you've begun?

In silence and darkness
Hold each other near tonight
For will it last forever?
Will it last forever - forever...

There's nothing you can do when you're the next in line
You've got to go domino.

Do you know, do you know, do you know what you have done
Do you see what you've begun?
Cos there's nothing, nothing, nothing
There's nothing you can do, there's nothing you can do
Do you see, do you see what you have done?

2006/11/17 - 16:40




Language: Italian

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
26/27 ottobre 2014

Due parole del traduttore. Nel testo, una difficoltà è rappresentata dallo “you”: chi scrive si rivolge a una o più persone? Poiché non è dato saperlo, ho seguito la mia sensibilità personale e usato ora l'una, ora l'altra possibilità a seconda di ciò che ho inteso (ad esempio, nella prima parte ho usato costantemente il singolare perché mi sembrava più probabile che ci si rivolgesse a una sola persona, mentre nella seconda parte ho variato). E', chiaramente, una soluzione del tutto arbitraria; ma ogni traduzione è arbitraria per definizione.
DOMINO


Parte 1: Nello splendore della notte


Il grigiore della sera riempie la stanza,
Non occorre guardare fuori
per vedere o percepire la pioggia.
Allora tendo il braccio per toccarla,
Ma so che lei non è qui.
La pioggia continua a gocciolare giù per il vetro della finestra.
Il mio tempo sta esaurendosi.

Non lo vedi che cosa mi stai facendo?
Non lo vedi che cosa hai fatto?
Mentre cerco di passare un'altra lunga notte insonne,
Cento voci pazze mi chiamano per nome.
Mentre cerco di passarle oltre
Quasi mi viene da credere che lei sia qui,
Qui nello splendore della notte.

Lo sai che cosa hai fatto?
Lo sai a che cosa hai dato inizio?
Lo vedi che non saremo mai più insieme?
Per tutta la mia vita.

Persone sole, stanze vuote,
Violenza inutile, tombe silenziose.
Come potremmo tornare insieme?

I doppi vetri aiutano a tener fuori la notte,
Ci passano attraverso solo le sirene della città straniera,
Teli di nylon e coperte aiutano a ridurre il freddo al minimo
Ma non ce la fanno a tenere fuori i suoni raggelanti.
L'incubo diventerà presto il sogno
Che lei sia qui insieme a me?
Qui nello splendore della notte.

Lo sai che cosa hai fatto?
Lo sai a che cosa hai dato inizio?
Lo vedi che non saremo mai più insieme?
Per tutta la mia vita.

Persone sole, stanze vuote,
Violenza inutile, tombe silenziose.
Come potremmo tornare insieme?
Come potremmo tornare insieme?

Nel silenzio e nelle tenebre
Ci tenevamo abbracciati quella notte
Pregando che durasse per sempre.


Parte 2: L'ultimo domino


Sangue sulle finestre
Qui ci sono milioni di persone comuni
Guardano quel che accade
Facendo come se tutto sia perfettamente chiaro
Danno un'occhiata alle montagne
Danno un'occhiata al bel fiume di sangue.

Il liquido mi circonda
Lotto per alzarmi e uscire da questo fiume infernale
Osservo e fisso attorno a me
Dei bambini nuotano e giocano con le barchette
Il loro aspetto sta cambiando
I loro corpi si dissolvono e io sono solo.

Vedete ora quel che avete passato e fatto.
Vedete ora quel che avete passato e fatto.

Non avete mai visto una cosa così terribile
Come quella che si è vista l'altra sera in tv.
Se abbiamo fortuna, forse la faranno rivedere,
Una cosa così terribile da vedere, oh
Ma non c'è niente che potete fare se siete i prossimi nella fila,
Dovete fare domino.

Ora sono uno che ha di che vivere e mi sento proprio bene
So di preciso che cosa devo fare
Giocare al gioco della felicità e non far mai capire
Che vive ancora soltanto in una canzone, oh
Non c'è niente che puoi fare se sei il prossimo nella fila,
Devi fare domino.

Lo sapete che cosa avete fatto?
Lo sapete a che cosa avete dato inizio?

Nel silenzio e nelle tenebre
Tenetevi abbracciati stretti stanotte
Perché durerà forse per sempre?
Durerà per sempre, per sempre...

Non c'è niente che potete fare se siete i prossimi nella fila,
Dovete fare domino.

Lo sapete, lo sapete, lo sapete che cosa avete fatto,
Lo sapete a che cosa avete dato inizio'
Perché non c'è niente, niente, niente
Non c'è niente che potete fare, non c'è niente che potete fare
Lo vedete, lo vedete che cosa avete fatto?

2014/10/26 - 18:20




Language: Polish

Traduzione polacca di ayta
Da tekstowo.pl

gendom
DOMINO

Część 1: W blasku nocy


Szarość wieczora wypełnia pokój
Nie trzeba spoglądać na zewnątrz
By zobaczyć lub poczuć deszcz

Wyciągam rękę, by ją dotknąć
Ale wiem, że jej tam nie ma
Po szybie spływa deszcz
A czas mi ucieka

Czy nie widzisz, co mi robisz
Czy nie widzisz, co narobiłaś
Podczas gdy próbuję przetrwać kolejną bezsenną i samotną noc
Setki szalonych głosów wykrzykują moje imię
Gdy próbuję ich nie słuchać
Prawie zaczynam wierzyć, że ona tam jest
Jest w blasku nocy

Czy wiesz, co narobiłaś
Czy wiesz, co rozpoczęłaś
Czy wiesz, że nigdy więcej nie powinniśmy być razem
Przez całe moje życie...

Samotni ludzie, puste pomieszczenia
Bezsensowna przemoc, ciche groby
Czy to możliwe, że znowu będziemy razem

Podwójnie błyszczące prześcieradła zatrzymują noc na zewnątrz
Tylko syreny obcych miast mogą się przedrzeć
Nylonowe prześcieradła i koce pomagają zmniejszyć chłód
Lecz nie zatrzymają chłodnych dźwięków
Czy ten koszmar odkryje możliwość marzenia
Że ona jest tu ze mną
Jest w blasku nocy

Czy wiesz, co narobiłaś
Czy wiesz, co rozpoczęłaś
Czy wiesz, że nigdy więcej nie powinniśmy być razem
Przez całe moje życie...

Samotni ludzie, puste pomieszczenia
Bezsensowna przemoc, ciche groby
Czy to możliwe, że znowu będziemy razem
Tak, czy to możliwe, że znowu będziemy razem

W ciszy i w ciemności
Byliśmy ze sobą podczas tej nocy
Modliliśmy się, że będzie trwała wiecznie
Wiecznie


Część 2: Ostatnie domino


Krew na oknach
Miliony zwyczajnych ludzi tam są
Rozglądają się dookoła
Zachowują się, jakby wszystko było jasne
Spójrz na góry
Spójrz na tą piękną rzekę krwi

Otacza mnie ciecz
Walczę, by wyrwać się z tej piekielnej rzeki
Rozglądam się
Dzieci pływają i bawią się łódkami
Ich charaktery się zmieniają
Ich ciała się rozpływają i jestem sam
Jestem sam

Zobacz, odeszłaś - i co narobiłaś
Zobacz, odeszłaś - i co narobiłaś

Na pewno nigdy nie widziałaś tak okrutnej rzeczy
Jak ta, która ostatniej nocy była pokazywana w telewizji
Jeśli będziemy mieć szczęście, znowu to pokażą
To taka okropna rzecz
Ale nic nie poradzisz, gdy jesteś następna w rzędzie
Musisz pchnąć następną kostkę domina

Jestem jedynym żyjącym i dobrze mi z tym
Wiem, co muszę zrobić
Grać w grę zwaną szczęściem i nigdy nie zdradzić
Że żyje ona tylko w piosence
Nic nie poradzisz, gdy jesteś następna w rzędzie
Musisz pchnąć następną kostkę domina

Czy wiesz -
- Co narobiłaś
Czy wiesz -
Co rozpoczęłaś

W ciszy i w ciemności
Byliśmy ze sobą podczas tej nocy
Modliliśmy się, że będzie trwała wiecznie
Wiecznie
Trwała wiecznie
Wiecznie

Nic nie poradzisz, gdy jesteś następna w rzędzie
Musisz pchnąć następną kostkę domina

Czy wiesz -
- Co narobiłaś
Czy wiesz -
Co rozpoczęłaś

Contributed by krzyś - 2014/10/28 - 08:15


mi pare comunque una pur Chanson D'Amour : D
e che lo sia !
(krzyś)

E hai ragione pure qui...infatti la metto nella categoria apposita...

2014/10/28 - 08:17



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org