Language   

Almost Like the Blues

Leonard Cohen
Language: English

List of versions


Related Songs

Stories of the Street
(Leonard Cohen)
Leonard Cohen: Lovers
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
You Want It Darker
(Leonard Cohen)


[2014]
Parole e musica di Leonard Cohen
Nell’album “Popular Problems”, in uscita il prossimo 23 settembre 2014.

Popular Problems

"Ho visto gente morire di fame / Eccidi, stupri / I villaggi bruciati / E loro in fuga / Non potevo incontrare i loro sguardi / Fissavo le mie scarpe / Era acido, era tragico / Quasi come il blues".

Leonard Cohen


"La ricetta è quella di sempre, non l'ho mai cambiata. Qui sono più evidenti quelli che io chiamo 'problemi popolari', che in questi anni stanno creando un sentimento che da una parte divide e dall'altra unisce gli uomini - il senso di preoccupazione è costante e comune da una parte e dall'altra della barricata. [...] L'atmosfera in cui siamo immersi passa anche sotto le porte tanto è sottile e velenosa. Viviamo prigionieri di un senso di paura e di sconfitta, minacciati da forze oscure che modificano le nostre vite. Tutti soffriamo, tutti siamo impegnati in una lotta per il rispetto reciproco. Dobbiamo cominciare a riconoscere che il nostro dolore è uguale a quello degli altri, che la nostra battaglia è legittima quanto quella dei nostri nemici. Siamo frutto delle circostanze, liberi e prigionieri in tempi diversi.”
Leonard Cohen, da un’intervista di Giuseppe Videtti, inviato de la Repubblica a Londra.
I saw some people starving
There was murder, there was rape
Their villages were burning
They were trying to escape
I couldn’t meet their glances
I was staring at my shoes
It was acid, it was tragic
It was almost like the blues
It was almost like the blues.

I have to die a little
Between each murderous thought
And when I’m finished thinking
I have to die a lot
There’s torture and there’s killing
And there’s all my bad reviews
The war, the children missing
Lord, it’s almost like the blues
It’s almost like the blues.

So I let my heart get frozen
To keep away the rot
My father said I’m chosen
My mother said I’m not
I listened to their story
Of the Gypsies and the Jews
It was good, it wasn’t boring
It was almost like the blues
It was almost like the blues.

There is no God in Heaven
And there is no Hell below
So says the great professor
Of all there is to know
But I’ve had the invitation
That a sinner can’t refuse
And it’s almost like salvation
It’s almost like the blues
It’s almost like the blues
Almost like the blues
(Almost like the blues...)

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/9/18 - 22:32



Language: Italian

Versione italiana di Flavio Poltronieri

Nel percorrere le strade dei sogni, ci muoviamo in precario equilibrio tra speranza e disperazione,combattiamo sempre le stesse battaglie e conduciamo le medesime vite mediocri.
QUASI COME LA DEPRESSIONE

Ho visto della gente morire di fame
C'erano omicidi, c'erano stupri
I loro villaggi bruciavano
Stavano provando a scappare
Non riuscivo a sostenere il loro sguardo
Mi fissavo la punta delle scarpe
Era acido, era tragico
Era quasi come la depressione
Era quasi come la depressione

Devo morire un po’
Tra un pensiero omicida e l’altro
E quando ho finito di pensare
Devo morire molto di più
C’è tortura e ci sono assassini
E ci sono tutte le mie critiche cattive
La guerra, i bambini scomparsi, signore
E’ quasi come la depressione
E’ quasi come la depressione

Così lascio che il mio cuore si ghiacci
Per tenerne fuori il marciume
Mio padre dice che sono eletto
Mia madre dice che non lo sono
Ho ascoltato il loro racconto
Sugli zingari e sugli ebrei
Era bello, non era noioso
Era quasi come la depressione
Era quasi come la depressione

Non c’è nessun Dio in paradiso
Non c'è inferno sotto di noi
Così dice il grande professore
Di tutto quello che c’è da sapere
Ma ho ricevuto l’invito
Che un peccatore non può rifiutare
Ed è quasi come la salvezza
E’ quasi come la depressione
E’ quasi come la depressione

Contributed by Flavio Poltronieri - 2014/9/19 - 06:06



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org