Language   

The Sleeping Rose

Bobby Sands
Language: English


Related Songs

Back Home In Derry
(Christy Moore)
Long Kesh
(Ken McGee)
Oh! Breathe Not His Name
(Thomas Moore)


[1980]
Versi di Bobby Sands, dalla raccolta “Prison Poems”
Alcune poesie di Bobby Sands, compresa questa, sono state messe in musica da un gruppo austriaco, i Rasthof Dachau (genere industrial), nel loro disco intitolato come la raccolta poetica del combattente repubblicano morto in carcere nel 1981.

Prison Poems
Prison Poems

Una poesia che chiama alla lotta, alla resistenza contro l’occupante inglese. Ma Sands non si rivolge qui alla gente dell’Ulster, bensì agli altri irlandesi, in particolare quelli della provincia di Munster, che dormono mentre si consuma il martirio delle contee del nord.
Bobby Sands scrisse questi versi quando venne a conoscenza della morte di Tom Barry (1897-1980), uno dei leader dell’IRA durante la guerra d’indipendenza (1919-1921). Nel periodo successivo, quello della guerra civile, Tom Barry – che era originario della contea di Kerry, nel Munster – fu uno dei protagonisti della “Munster Republic” (che Sands chiama qui “Rose of Munster”), un’esperienza che fu presto schiacciata nel sangue dall’Irish Free State, finanziato ed armato dai britannici.

Non sono in grado di ricostruire tutti gli eventi della storia irlandese cui Sands fa riferimento in questi suoi versi, ma credo che quanto ho sintetizzato poc’anzi sia il nocciolo del suo racconto.

Altri personaggi che scorgo: Terence MacSwiney (o McSweeney, 1879-1920), drammaturgo, scrittore e militante repubblicano irlandese, morto il 25 ottobre 1920 nella prigione di Brixton, Londra, dopo 74 giorni di sciopero della fame; Seán Treacy (o Tracey, 1895-1920), comandante della Third Tipperary Brigade dell’IRA durante la guerra d’indipendenza, ucciso in uno scontro a fuoco con agenti dei servizi segreti britannici.
Barry’s dead and Cork’s asleep,
McSweeney’s cause been sold.
And the blood still lies on Kerry’s roads,
Unwashed by winds of old.
The hares cross lonely, barren ways,
Where once columns tramped the night,
And but a few still whisper Tracey’s name,
By hearthened fires in dancing light.

The Rose of Munster’s dead boys,
She choked upon her blood,
And Barry’s men died in her screams,
Trampled down into her mud.
Who cares for Kerry’s lonely graves,
The King of Cashel’s gone to Clare,
And those impoverished downtrodden fold,
As ever — laid naked, poor and bare.

Barry’s dead, does no-one hear?
Kilmicheal’s road — what worth?
While Irishmen wear rusty chains,
That beset them by their birth.
Oh! Barry’s gone let Munster weep,
His pleading ghost cries in the night,
But the Munster rose will only bloom again,
When Munster men join freedom’s fight.

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/8/13 - 11:06



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org