Language   

Lied der Hakenkreuzler

Walter Mehring
Language: German


Related Songs

Hoppla! Wir leben!
(Walter Mehring)
Rote Melodie
(Rosa Valetti)
Berlin simultan
(Walter Mehring)


[1929]
Versi di Walter Mehring
Musica di Hanns Eisler ed Edmund Meisel (1894-1930) compositore austriaco, fratello di Hilde Meisel (1914-1945), giovane giornalista socialista, membro della resistenza anti-nazista, uccisa dalle SS sul confine svizzero il 17 aprile 1945.

Dallo spettacolo teatrale intitolato “Der Kaufmann von Berlin” scritto da Walter Mehring ed andato in scena per la prima volta il 6 settembre 1929 a Berlino per la regia di Erwin Piscator, con Ernst Busch voce solista, un coro, l’orchestra dei Weintraub Syncopators e le scene di Lazlo Moholy-Nagy.

Disegno di George Grosz, dalla copertina interna de Kantate von Krieg, Frieden und Inflation, 45 giri realizzato da Ernst Busch anni dopo la fine della guerra.
Disegno di George Grosz, dalla copertina interna de Kantate von Krieg, Frieden und Inflation, 45 giri realizzato da Ernst Busch anni dopo la fine della guerra.


Con tutto che “Der Kaufmann von Berlin” è un’opera molto controversa in cui, nel tentativo di attualizzare “Il mercante di Venezia” di Shakespeare, il comunista Mehring indulgeva in una declinazione marxista dell’antisemitismo (qui lo Shylock di turno – tal Simon Chaim Caftan – intreccia loschi affari con un avvocato senza scrupoli, ariano e nazista), tuttavia contiene canzoni come questa in cui vengono spiegati i passaggi storici attraverso cui la Germania stava inesorabilmente scivolando fra le braccia del nazismo, con al centro il devastante periodo di iperinflazione che raggiunse il suo apice nel 1923, crisi dovuta al pagamento dei crediti pretesi dalle potenze risultate vincitrici della Grande Guerra… Si pensi che Francia e Belgio arrivarono ad occupare militarmente il bacino della Ruhr per assicurarsi le riparazioni e che nel novembre del 1923 un dollaro veniva scambiato con 4.210.500.000.000 marchi tedeschi… La miopia dei paesi europei, l’incapacità della socialdemocrazia al potere, il costante ricatto delle gerarchie militari e dei nuovi capitalisti speculatori, arricchitisi a dismisura mentre il popolo veniva immiserito e ferocemente represso, crearono la miscela esplosiva che si tradusse nella deflagrazione del nazismo (Hakenkreuzler = svastica)…

Norimberga, settembre 1923. Parata nazionalsocialista officiata dal generale Ludendorff, uno dei più grossi macellai della prima guerra mondiale e in seguito grande nemico della democrazia parlamentare e della Repubblica. Durante gli anni di Weimar, Ludendorff divenne il punto di riferimento di tutti i nazionalisti, militaristi e revanscisti tedeschi e può essere a buon diritto indicato come uno degli ispiratori del nazismo.
Norimberga, settembre 1923. Parata nazionalsocialista officiata dal generale Ludendorff, uno dei più grossi macellai della prima guerra mondiale e in seguito grande nemico della democrazia parlamentare e della Repubblica. Durante gli anni di Weimar, Ludendorff divenne il punto di riferimento di tutti i nazionalisti, militaristi e revanscisti tedeschi e può essere a buon diritto indicato come uno degli ispiratori del nazismo.



Links-Rechts! Links-Rechts!
Kennt ihr diese Töne?
Links-Rechts! Links-Rechts!
Für Kommune-Söhne
Links-Rechts! Links-Rechts!
Schaufeln wir das Grab!
Hütet euch, ihr Roten!
Zählt euch an den Toten
Euer Schicksal ab!

Denn eine Uniform,
Die imponiert enorm;
Vor der gibt's keinen
Sozialismus mehr.
Laßt das Proletenschwein
Nach Brot und Frieden schrein;
Wenn das Signal kommt,
Rennt die Bande hinterher!

Links-Rechts! Links-Rechts!
Laßt die Spießer gaffen.
Links-Rechts! Links-Rechts!
Unser sind die Waffen.
Links-Rechts! Links-Rechts!
Schwarz-weiß-rotes Band.
Laßt die Mütter plärren!
Wir sind eure Herren
Und das Vaterland.

Denn unsre Schlachtmusik
Schmeißt eure Republik
Mit einem Ruck, mit einem Zuck
Bis in den Dreck!
Das ist uns eingedrillt
Und wer nicht gut gewillt,
Wird abgekillt
Und wir marschieren
Drüber weg!

In den frisch-fromm-fröhlichen
Nächsten Krieg!
Bis alles in Scherben fällt.
Wenn das ganze Volk
Dann auf der Strecke liegt:
Dann gehört uns Deutschland
Und morgen die ganze Welt!

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/4/28 - 15:25



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org