Language   

Lettera da Sant'Anna di Stazzema

Simone Avincola
Language: Italian



Anche stamattina c'è il sole
e quando c'è il sole non piove
e quando non piove si fa il girotondo
e i platani stanno a guardare
ora sento bussare alla porta
"Mamma apri agli amici
che ora corro a giocare"
Poi il silenzio gli spari la porta che cade
mia madre che comincia ad urlare
Ci ammassarono prima con le facce sul muro
poi ci spinsero in mezzo alla piazza
e i "pietà, pietà" che urlava qualcuno
si strozzò nella gola e dal sangue una chiazza
sull'erba

I nazisti ridevano e uccisero tutti i bambini nei girotondi
ma il miscuglio di pianti durò troppo poco
così felici e contenti ci appiccarono il fuoco
così per gioco

C'erano mani aggrappate alla staccionata
e c'era puzza [profumo] di carne bruciata*
e ogni gong di campana moriva qualcuno
ma io corsi lontano via via da quel posto
e arrivai arrivai fino al bosco

Quando scesero a valle io feci ritorno
Il fumo mi sbatteva negli occhi
vidi bambini e pane mischiati nel forno
io ero salva e vivo tutt'oggi
ma sono morta quel giorno
* le due versioni live differiscono in questo punto, io ho lasciato quella più convincente e in corsivo tra parentesi l'altra (tra l'altro un po' offensiva)


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org