Lingua   

Da piccola vedevo

Gruppo Padano di Piadena
Lingua: Italiano (Lombardo)



Da piccola vedevo in paese
Donne vestite di nero
Curare la casa, i figli, i campi.
Li ghiva i cavaler
Li versi da ìnaffia
Li barbabietuli sa sappa
Èl graan da spigola
La casa, li galini e èl nimal.

L'uomo la sera si cambiava
Si lavava
Andava all'osteria
E la donna restava in casa.
La figlia si preparava il corredo
La camisa ricamada,
Èl vestit da spusa

I morosi si regalavano l'oro.
Il giovedì e la domenica
Veniva il moroso
E l'uomo era puntuale
Rinunciava agli amici
E all'osteria.
Poi si sposavano.
La festa era tutta per la sposa
Che era al massimo della felicità.
La duna l'andava in cà della suocera.
La prima mattina la pudiva staa a lét
N'ura dè pö
Fa bèn la so camera
Po' l'andava a fa la spesa
E l'andava a mèsa deli undès
Invece che a mèsa prima

Ma dopo un po'
C'era bisogno nei campi
E allora andava alla prima messa
Metteva da parte anelli e ori
E il marito usciva da solo.
E le la stava in cà.
Gh'era i cavaler
Li verzi da 'naffià
Li barbabietuli da sappà.
E po' veniva èn fiol
O du o trii
La casa, li galini e èl nimal.


Tutto questo vedevo
E pensavo:
“No,
In questo stato
Non mi ridurrò!”


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org