Language   

Signor padrone

Bestierare
Language: Italian


Related Songs

Servo del capitale
(Bestierare)
O plantador
(Geraldo Vandré)


[2012]
Album : Precario

bestierare
Signor padrone io lavoro tutti i giorni da lei
dalla mattina alle nove fino alla sera alle sei
so fare questo solo pero' lo faccio da sempre
e sul mio lavoro nessuno mi puo' dire niente

Signor padrone ma lei ci pensa quanto
alla sei sono sempre io quello piu' stanco
mi fa male il braccio per gli straordinari che faccio
oliare tutto quanto l'ingranaggio
due in alto uno in basso ripetere ogni passo
ora dopo ora piu' vicino a esse pazzo parlo con me stesso
ma come tu fai uova d'oro io lavoro come un fesso
cova come una gallina riscaldando la sua autostima
un comando e il team e' gia' in fila
non capendo che li sta cacciando via
poi c'e' che se io parlo
c'e' la gente che mi dice non farlo tu non dire niente
quando lo incontro poi ci penso io a farglielo presente
signor padrone ma lei parla poco
e quando lo fa sembra tutto un bel gioco
lei scommette basso sono io che rilancio
con le chiappe strette che se perdo m'ammazzo

Signor padrone io lavoro tutti i giorni da lei
dalla mattina alle nove fino alla sera alle sei
so fare questo solo pero' lo faccio da sempre
e sul mio lavoro nessuno mi puo' dire niente

io sono il braccio e lei la mente
io lo faccio e lei lo vende
ma sa' io farlo saprei
indipendentemente da lei
mentre lei senza di me non e' niente
se io non faccio lei non vende
io lavoro dalle nove alle sei
ma sono io che do' il lavoro a lei

merce denaro merce
il suo profitto cresce
denaro merce denaro
mentre io muovo il suo macchinario
merce denaro merce
qualcosa dal macchinario c'esce
denaro merce denaro
ma io non ne sono il proprietario

e' colpa del budget
e' sicuro ma com'e' che il suo culo non cade
lei e' molto efficace
mi gira sulla brace d'un contratto che scade
posso solo una domanda
ma non voglio una risposta non mi va d'ascoltarla
quanto le costa fare un viaggio
e invece avere il coraggio di guardarmi in faccia

io sono il braccio e lei la mente
io lo faccio e lei lo vende
ma sa' io farlo saprei
indipendentemente da lei
mentre lei senza di me non e' niente
se io non faccio lei non vende
io lavoro dalle nove alle sei
ma sono io che do' il lavoro a lei

merce denaro merce
il suo profitto cresce
denaro merce denaro
mentre io muovo il suo macchinario
merce denaro merce
qualcosa dal macchinario c'esce
denaro merce denaro
ma io non ne sono il proprietario

Contributed by adriana - 2013/11/10 - 17:13



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org