Language   

Canzone della Piazza d'Armi

Umberto Eco
Language: Italian



C'erano tre sergenti - sull'attenti facevano star
quaranta caporali - diritti come pali
ma poi i caporali bestemmiando come arrabbiati
facevano stare zitti settemila e trentun soldati...

A chi ordinerà qualcosa
il povero soldato
a chi dirà vai là a chi dirà vai qua?
Il povero soldato va e viene disperato
le cose gli succedono non le può comandar...

C'erano due tenenti - sull'attenti facevano star
sergenti e caporali - diritti come pali
e dietro a loro in riga i soldati allineati
formavan dei quadrati molto belli e regolati.

Ma cosa può vedere
il povero soldato?
Lui vede solo teste, solo teste avanti a sé.
Il povero soldato è un punto nel quadrato
se è bello e regolato quel quadrato lui non sa.

C'erano tre generali - sopra il podio allineati
sul podio i generali - sul prato i caporali
guardavano i soldati volteggiare alla perfezione
formando una gran stella che destava ammirazione.

Ma cosa può ammirare
il povero soldato?
Lui sa di camminare, camminare di qui e di là...
Il povero soldato disegna in mezzo al prato
una superba stella che giammai giammai vedrà...

Ma un giorno ci saranno - generali sulla gran piazza
sergenti e generali diritti come pali
marciando tutti in riga una gran stella disegneranno
e gireranno in tondo e cosa fanno non lo sapranno!

Solo potrà vederlo
il povero soldato
seduto sopra il podio tutto quanto ammirerà...
Con gli occhi spalancati finalmente egli scoprirà
che il mondo col suo spettacolo si può vederlo
anche di là!...


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org