Language   

Vai con un po' di violenza

Lorenzo Cherubini (Jovanotti)
Language: Italian


Related Songs

Sulla frontiera
(Lorenzo Cherubini (Jovanotti))
Piove, finalmente piove
(Giorgio Canali & Rossofuoco)
Cuore
(Lorenzo Cherubini (Jovanotti))


[1992]
Scritta da Jovanotti, Michele Centonze e Saturnino Celani
Album «Lorenzo 1992»

Lorenzo 1992
E noi saremmo i padroni del mondo?
Ma chi l'ha detta questa cazzata?
Che basta un soffio di vento più forte
per dire ciao e per farla finita
con le nostre menate, le manie e il progresso
Basta uno spunto e lo butti nel cesso
tutto quello che oggi sembra la verità
domani forse neanche lo ricorderemo
Compriamo tutto senza guardare i conti
chissà domani quanto pagheremo, eh?!?...

Homo Sapiens, padrone della terra,
quanto ti piace, eh, fare la guerra?!?
Un po’ di sangue da un po’ di colore
non si può vivere di solo amore
Del resto, con la storia del peccato originale
c'hanno insegnato che tra noi e il male
c'è una certa simpatia, diciamo, un'influenza
e allora vai con un po' di violenza!

Domenica allo stadio, uno spettacolo divino
vedere il sangue scorrere come il vino
e le facce dei ragazzi tinte d'ignoranza
perdute nella folla in una macabra danza
che fan venire i brividi ma in fondo ci piace
Ma sai che palle vivere in pace!
E com'è bello nella Formula 1
vedere alla partenza che si schianta qualcuno
E allora, visto che non puoi farne senza,
e allora vai con un po' di violenza!

E allora vai con un po' di violenza!
E allora vai con un po' di violenza!

E allora vai con un po' di violenza
E allora sì, facciamo del male
del resto l'uomo, lo si vede d'ovunque,
è il più violento e feroce animale
A chi gli piace la pena di morte
A chi gli piace picchiare la gente
A chi gli piace il regime guidato
da gente pazza e malata di mente

Anch'io c’ho voglia di un po' di violenza
ma la violenza che io preferisco
è quella che arriva da una chitarra distorta
è quella fatta scratchando col disco

E allora vai con un po' di violenza
Con la chitarra e la batteria
la mia violenza è un antidoto al male
la mia violenza si chiama energia
E allora, visto che non puoi farne senza,
e allora vai con un po' di violenza!

E allora vai con un po' di violenza!
E allora vai con un po' di violenza!

Ma la violenza che io concepisco
è quella fatta scratchando col disco
l'unica, sola che io preferisco
è la violenza che ascolto su un disco
l'unica, sola che io concepisco
è quella fatta scratchando col disco
l'unica, sola che io preferisco
è la violenza che ascolto su un disco
l'unica, sola che io concepisco
è quella fatta scratchando col disco
l'unica, sola che io preferisco
è la violenza che ascolto su un disco
l'unica, sola che io concepisco
è quella fatta scratchando col disco...

Contributed by Dead End - 2013/2/2 - 20:45



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org