Language   

Holocaust

Upright Citizens
Language: English

List of versions


Related Songs

Swastika Ratss
(Upright Citizens)
Cyclone
(Upright Citizens)


[1982] compare nel 12" intitolato Bombs of Peace, il primo disco di questa punk band tedesca.
[1985]‎
Album “Open Eyes, Open Ears, Brains to Think and a Mouth to Speak”‎

Upright Citizens

Giusto ieri ho letto un’agenzia in cui si riferiva che il governo tedesco ha ‎indennizzato con circa 900mila euro i parenti delle dieci vittime uccise tra il 2000 e il 2007 dai ‎membri di un gruppo terrorista neonazista chiamato “Clandestinità Nazionalsocialista” (NSU)…‎

Che l’Europa – e la Germania in particolare - sia ancora piena di teste di cazzo rasate che ‎inneggiano a Hitler e a Mussolini è cosa nota, ma che esistesse un loro gruppo di fuoco che per anni ‎ha ammazzato gente nella totale impunità, beh, questo non lo sapevo.‎

La Nationalsozialistischer Untergrund è un’organizzazione neonazista che è stata scoperta solo ‎l’anno scorso quando in novembre i responsabili di una rapina ad una banca di Eisenach in ‎Turingia, tali Uwe Mundlos e Uwe Böhnhardt di 37 e 33 anni, si suicidarono per non cadere nelle ‎mani della polizia che li stava braccando. Nella loro auto parzialmente bruciata la polizia trovò la ‎pistola sottratta ad un’agente uccisa nel 2007. Qualche ora più tardi, a Zwickau in Sassonia, la casa ‎in cui Mundlos e Böhnhardt vivevano fu devastata da un’esplosione e da un incendio. Gli agenti ‎intervenuti sul posto trovarono tra le macerie un’altra pistola che risultò essere l’arma con cui tra il ‎‎2000 ed il 2006 erano stati uccisi a sangue freddo otto cittadini tedeschi di origine turca, uno di ‎origine greca nonché la poliziotta di cui sopra, l’ultima vittima.‎

Beate Zschäpe, Uwe Böhnhardt ‎e Uwe Mundlos, i membri principali della Nationalsozialistischer Untergrund (Le foto risalgono ‎alla fine degli anni 90, quando ancora giovanissimi i tre erano già noti alla polizia per le loro ‎frequentazioni in ambienti neonazi).‎
Beate Zschäpe, Uwe Böhnhardt ‎e Uwe Mundlos, i membri principali della Nationalsozialistischer Untergrund (Le foto risalgono ‎alla fine degli anni 90, quando ancora giovanissimi i tre erano già noti alla polizia per le loro ‎frequentazioni in ambienti neonazi).‎


Alcuni altri membri dell’organizzazione - Beate Zschäpe di 36 anni, Holger G. e Andre E. – sono ‎stati arrestati e sono attualmente in attesa di processo.‎
La cosa incredibile è che per quegli omicidi gli inquirenti non avevano mai seguito la pista dell’odio ‎razziale ma solo quella di una faida interna alla mafia turca. Fu quindi solo per un caso se venne ‎scoperta l’esistenza di questo pericolosissimo gruppo di giovani fanatici sciroccati adoratori della ‎svastica che per quasi 13 anni aveva potuto agire sconosciuto e indisturbato commettendo crimini ‎efferati (tutte le vittime furono abbattute con colpi alla testa sparati a bruciapelo, vere e proprie ‎esecuzioni in stile Einsatzgruppen delle SS)‎
Molti cittadini e parlamentari tedeschi hanno chiesto alla Merkel l’apertura di una commissione ‎d’inchiesta sulla galassia neonazista e sull’operato della polizia in questa per molti versi ancora ‎oscura vicenda. Dal canto suo il Cancelliere tedesco ha annunciato – ma all’annuncio non mi pare ‎siano ancora seguiti i fatti – di voler mettere al bando il Nationaldemokratische Partei Deutschlands ‎‎– Die Volksunion (NPD), il partito di estrema destra guidato da Udo Voigt e Holger Apfel, che con ‎i suoi circa 7.000 membri è il riferimento ed il brodo di coltura di tutte le teste (rasate) di cazzo ‎come Mundlos, Böhnhardt e affini.
You've read it in a book
You've seen it on a T.V. screen
To you it's a nightmare
But to some it's a dream
They've hidden their swastika
Behind the national flag
You'd better watch out brothers
They're heading for a comeback
Remember Belsen, remember Auschwitz
They're trying to say they didn't exist
Don't let them put this country in chains
Don't let six million bie in vain
Belsen, Auschwitz, Dachau
No more holocaust

Contributed by Dead End - 2012/10/30 - 13:10



Language: Finnish

Traduzione / Translation / Traduction / Suomennos: Juha Rämö
EI KOSKAAN ENÄÄ

Olet lukenut siitä kirjoissa
ja nähnyt sen kuvaruudussa.
Sinulle se on painajainen,
mutta joillekin unelma.
Hakaristin ne ovat kätkeneet
lippujensa taa.
Pidä varasi, veljeni,
ne ovat tulossa jälleen.
Muista Belsen, muista Auschwitz.
Ne uskottelevat, että niitä ei ollut olemassa.
Älä anna niiden panna tätä maata kahleisiin.
Älä salli, että kuusi miljoonaa kuoli turhaan.
Belsen, Auschwitz, Dachau.
Ei koskaan enää!

Contributed by Juha Rämö - 2016/5/23 - 08:06



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org