Language   

L'arpa dai fili di ferro

Aldo Granese & la Diaspora Band
Language: Italian



Sogno un idolo di polvere gialla...
cosa potresti chiedermi mai!?
Voglio il dolore che gonfia e che sballa
e una scommessa per finire nei guai...

e le tue mani di cera sul mio volto che ho perso
dovunque e in nessun posto
o sulla porta di casa tua,
nella testa dove il cielo
galoppa le nuvele all'inverso,
dove le stelle sono sonagli,
sul tuo cappotto o sulla porta di Dio.

Sogno danzante di risate e sospiri
mentre asciughi le lacrime di tutti i miei inferni,
deserto di eroi sconfitti che giri
nel mio cervello e tra gli organi interni,

dimmi cosa c'è, dove ti porta la corrente,
se le mie ali di fumo riposano
nel letto di un addio...
se bastassero le parole per capire tutta la gente,
ti direi: "aspettami, mi manchia amore mio!"

Sotto il pugno di duro metallo
stride l' arpa dai fili di ferro
e non ci sono più eroi:
il tempo ha perso molti di noi.

Dimmi cosa c'è, dove ti porta la corrente,
se le mie ali di fumo riposano
nel letto di un addio...
se bastassero le parole par capire tutta la gente,
ti direi :" aspettami, mi manchi amore mio!"


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org