Language   

Morti bianche

O.P.S. (One Penny Songs)
Language: Italian


Related Songs

Tomorrow's Children
(Pete Seeger)
Les p'tits chats
(Gaston Couté)
Vedi cara
(Marmaja)


Mi hai lasciato solo,
sei morto sul lavoro,
in ricerca di un salario,
sei morto operaio.

Ciò che brucia non è il tuo corpo,
ma la Costituzione,
ignorata ormai da troppo,
condannata all’umiliazione.

Dove sono i sindacati,
si sono ormai venduti,
dov’è finito il nostro Stato,
complice di questo reato.

Le chiamano morte bianche,
le chiamano incidente,
ma di questa morte,
ci muore tanta gente.

Impunita l’imprenditoria
che bada solo all’economia,
zitta e muta la società,
che si rimangia la legalità.

La Repubblica Italiana
è fondata sul lavoro,
ma è prona al mercato
che conduce al precariato.

Non ha fine il mio dolore
non c’è pace nel mio cuore,
intanto brinda il padronato,
che l’azienda ha risparmiato.

Le chiamano morti bianche,
le chiamano incidente,
chi sbaglia non ha pagato:
papà è stato ammazzato.

Son cresciuto, diventato grande,
in questa società,
quando imperversava forte
la precarietà.

Le chiamano morte bianche,
le chiamano incidente,
ma di questa morte,
ci muore tanta gente.

Le chiamano morti bianche,
le chiamano incidente,
chi sbaglia non ha pagato:
papà è stato ammazzato.

Contributed by DonQuijote82 - 2011/12/29 - 12:58



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org