Language   

Donna Lionora

Alfonso De Pietro
Language: Italian



Donna Lionora e le sue parole scesero dai vicoli al mare
in cerca d'infinito di giustizia
e di un mondo ancora da cambiare
e furono parole nuove più dolci del miele
calde più del sole
quelle che fecero tremare re
e spinsero quei giovani a lottare

Per un giorno per la vita senza servi né sovrani
e fu il sogno disperato di una sola primavera tradita

Donna Lionora e le sue parole scesero dai vicoli al mare
per quegli eroi quei sognatori quei matti
con un mondo da cambiare
tra gli alberi di libertà piantati nella terra
e in ogni cuore
di chi ne fece una missione una ragione
per cui vivere e morire

E fu tempo di passioni Marsigliese Monitore
per spiegare educare far capire quelle nuove parole

Donna Lionora e le parole offese scesero dai vicoli al mare
tra lazzari felici di Santa Fede
"Viva o' Re" Cammorra e san Gennaro
e Pulcinella disse "Un ce sta nient'
'a fa, pur' ' a Repubbreca mo' more
cca' tutto passa, è tutto mman'
a Dio e 'a ciorta, è così che deve andare!"

"Forse un giorno gioverà ricordare tutto questo"
una sola primavera di coraggio rivoluzione e poesia
"Forse un giorno gioverà ricordare tutto questo"
un'eterna primavera di coraggio rivoluzione e poesia


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org