Lingua   

Qualcosa in cui credere ancora

Anton Virgilio Savona
Lingua: Italiano



C’è chi benedice le sue pecorelle
finché stanno zitte in genuflessione,
ma provino solo ad alzare la testa
e saranno colpite da maledizione.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a cercare qualcosa in cui credere ancora.

Se un giorno ne ammazzano uno dei loro
esequie solenni, retate di gente;
ma se fanno fuori qualcuno dei nostri
nessuno ne parla. Telegrammi: niente.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a cercare qualcosa in cui credere ancora.

Se c’è un criminale che lascia i bambini
crepare in catene ai piedi di un letto
la legge non sente, la legge non vede
e dice che, in fondo, non era un delitto.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a cercare qualcosa in cui credere ancora.

Tu prova a resistere a un uomo in divisa:
ti fanno il processo e rimani fregato.
Se un uomo in divisa, però, ti tortura
Gli fanno il processo ed è amnistiato.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a cercare qualcosa in cui credere ancora.

Se c’è chi fa fuori, per rabbia, un padrone
divampa lo sdegno per tutta la terra.
Ma loro, con l’alibi di una crociata
uccidono i popoli portando la guerra.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a cercare qualcosa in cui credere ancora.

[Parlato]

Discorsi, congressi: atomica mai.
Ne crepano troppi se avviene lo scoppio.
Però con le bombe di quelle normali
se salta una diga ne crepano il doppio.


Non so perché tu abbia aspettato finora
a fare qualcosa in cui credere ancora.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a fare qualcosa in cui credere ancora.

Non so perché tu abbia aspettato finora
a fare qualcosa in cui credere ancora.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org