Language   

La ballata del now

Sergio Liberovici
Language: Italian



Il ventotto di settembre sessantasei
a San Francisco California United States
Alvin Johnson piedipiatti occhio di lince
avrebbe visto pochi passi dinanzi a sé

un giovanotto di sedici anni la pelle scura
al volante di una vettura di marca Ford
e non è cosa d'ogni giorno tutti i giorni.

Ritenendo stravagante un po' anormale
che un sedicenne di colore fosse su un'auto
nella testa dell'agente della stradale
si fece strada pertinente supposizione

che la vettura non fosse sua fosse rubata
e quel negro non fosse proprio incensurato
e questa è cosa d'ogni giorno tutti i giorni.

Il tutore della legge così si dice
senz'altro indugio gridò forte «Tu... fermo...alt».
Ma il ragazzo impaurito non ubbidisce
fermata l'auto scese in fretta s'allontanò.

A questo punto il poliziotto inorgoglito
fu sicuro di aver di fronte un malvivente
che poi è cosa d'ogni giorno tutti i giorni.

Confortato dalla netta coincidenza
fra ciò che aveva poco prima immaginato
e la piega ormai presa dalla vicenda
il nostro Johnson tirò fuori la sua Colt

prese la mira un colpo solo gli è bastato
il bandito urlando forte è stramazzato
cosa, anche questa d'ogni giorno tutti i giorni.

Una storia che è durata pochi secondi
assai meno di una strofa della canzone
una storia che dimostra il grande fiuto
dei poliziotti California United States

anche se tutti san molto bene che tutto questo
non si sarebbe naturalmente verificato
se il guidatore uomo bianco fosse stato.

Tutti quanti gli abitanti di quel quartiere
il cosiddetto ghetto nero di Hunters Point
stesso giorno di settembre dopo lo sparo
scesero in piazza per finirla con la viltà

e un grido solo da quella folla si è levato
per le strade di San Francisco è risuonato
e non è cosa d'ogni giorno tutti i giorni.

Se per voi che padroni di tutto siete
il dubbio vale quanto vale la verità
se la legge che difende i vostri beni
non contempla altra pena che la Colt

e se per voi supposizione è giustizia
non ci resta alcuna scelta che la seguente
e così oggi ogni giorno tutti i giorni.

Non ci resta altra scelta che rubare
per diventare benestanti come voi
sui fucili che ci fate puntare addosso
benzina e sassi da scagliare senza pietà

e poi ancora terrore e incendio perché la vita
anche a noi riserbi un poco del suo valore
«Now...ora...oggi!» ogni giorno tutti i giorni.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org