Language   

AltrItalia

Modena City Ramblers
Language: Italian



Anna ha diciotto'anni e ascolta musica ribelle
il piercing sulla lingua e la giacca in ecopelle
Con Libera è in Cilento per l'ultimo saluto
Ad Angelo Vassallo, il sindaco ammazzato

Claudio da Bologna, adesso che è in pensione
Porta aiuti in Bosnia col suo vecchio furgone
Di primavere ormai ne ha viste proprio tante
Ma la rossa da venire per lui è la più importante

C'è un'AltrItalia che vive e si diffonde
Non la trovi sui giornali, la TV ce la nasconde
E' un'AltrItalia che ti tende la mano
Migliaia di volti di un paese in cammino

Maria Rosa a Coppito c'è con il sindacato
smista i pacchi di provviste per il popolo accampato
Ogni giorno in magazzino senza perdere il sorriso
costruisce la sua scala per sfiorare il paradiso

Ai preti ed al vangelo Graziano non ci crede
ma sa cosa vuol dire parlare un po' di fede
Lo legge negli occhi dei bambini in ospedale
vestito da pagliaccio come fosse Carnevale

Simone da Torino si è appena laureato
Praticante giornalista, nemmeno un po' pagato
le storie che racconta le scrive per passione
perché ci crede ancora nell'onesta informazione

Tra i banche del consiglio comunale
Margherita lotta perché trova normale
far politica col cuore e non farsi catturare
dalla giostra dei corrotti
e di chi fiuta l'affare


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org