Language   

A te che dormi

Filippo Andreani
Language: Italian



Ora m'importa soltanto
di fare il mondo com'è negli occhi tuoi-
Mi insegnò un uomo vestito da santo:
"Ama e fai quello che vuoi".

Perciò mi sento di dire
che non me ne vorrà il Padreterno
se è per amore che imbraccio un fucile
mischiando le carte di cielo e d'inferno.

Che sventurata fortuna
ha la bellezza che ti abita il riso,
farebbe ombra alla luna
se le concedessi un sorriso

Ma gli angoli della tua bocca,
anche se dormi, guardano a terra
succede sempre così quando tocca
di bere il veleno che chiamano "guerra".

Dormi, bambina guerriera,
che i sogni non hanno le spine
e poi forse qualcuno si avvera
starò con te per vederne la fine.

Io per amore partito,
ad un altro amore mi arrendo,
più che sorpreso stordito,
conteso tra miele e tormento.

O taccio o parlo ben poco
ma, ora che dormi, ci riesco già meglio
somiglia ad un dolce, magnifico gioco
contarti i respiri fino al risveglio.

Ti custodirò nei palmi
come chi ha fame custodisce il pane,
rinuncerà a invecchiarti
il tempo per starti a guardare.

A te che dormi sfinita,
quasi dipinta al letto e al guanciale
prometto di restare in vita
il tempo che serve per farmi baciare.

Perché vedi, bambina guerriera,
amore e sogni non hanno le spine.
Questo inverno sarà primavera
ti avrò con me per vederne la fine.

Ma gli angoli della tua bocca,
anche se dormi, guardano a terra
succede sempre così quando tocca
di bere il veleno che chiamano "guerra".


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org