Language   

Life

Elvis Presley
Language: English

List of versions



(1970)
Written by Shirl Milete.

Love-Letters-from-Elvis-Cover
Somewhere out in empty space,
long before the human race,
Something stirred,
A vast and timeless source began,
Intelligence was born and then,
there was the world,
Powers filled the universe,
matter formed and broke the curse,
Of nothingness,
Love became an ageless soul,
nature reached her highest goal,
And breathed the breath of life,
Everlasting life.

Well creatures come from out of sight,
Daylight came from in the night,
and all was good,
Life became a masterplan,
Love produced the perfect man,
that understood,
The image of the makers word,
worshipped him with all he had,
But then one day,
From in the depths an evil seed,
grew and manufactured greed,
That changed the way of life,
Everlasting life,

Oh the loving power looked and saw,
Inside the heart of man a flaw,
began to grow,
Well, the fires of hell began to burn,
and so he sent his chosen son,
To let us know,
That love had surely made us all,
and hate would surely make us fall,
So from the cross,
Well he showed the world that dreadful day,
That love could be the only way,
or all is lost of life,
Everlasting life,
For life is love,
And love is life.

2010/9/22 - 21:46


Beh, non sarà stato un "Padre della Chiesa" come Romano il Melode, però è stato senz'altro un "Padre del Rock 'n' Roll" e questo suo inno sacro alla vita è - secondo me - (quasi) bello quanto ”Il Signore del sepolcro”... o dico una blasfemia?

Bartleby (Elvis è vivo e lotta insieme a noi!) - 2010/11/30 - 09:26



Language: Italian

Tentativo di traduzione di Bartleby.
VITA

Da qualche parte nello spazio vuoto,
Molto prima dell’avvento dell’uomo,
Qualcosa si risvegliò
Un'immensa e etema sorgente sgorgò.
Era nata l’intelligenza e poi
Il mondo fu.
Le forze che hanno nutrito l’universo
Formarono la materia e infransero la maledizione
Del nulla.
L’Amore divenne un'anima eterna,
La Natura raggiunse il suo punto più alto
E respirò il soffio della vita,
La Vita etema.

E giunsero esseri viventi prima sconosciuti,
La luce del giorno rischiarò la notte
E tutto fu buono.
La Vita divenne un grande progetto,
L’Amore produsse un uomo perfetto
Che volle dare un volto
Al Creatore della parola,
E lo venerò con tutto cio che aveva
Ma poi un giomo
Dalle profondità un seme maligno
Crebbe e produsse l’avidità
E cambiò il percorso della vita,
La Vita eterna.

La forza dell’Amore guardò e vide
Nel cuore dell'uomo una debolezza
Che cresceva.
I fuochi dell’Inferno iniziarono a bruciare
E cosi mando il Suo Figlio prediletto
Per farci conoscere
Che è solo l'Amore ad averci creati tutti
Ed è solo l’Odio che ci farebbe morire.
Così dalla Croce
Egli mostrò al mondo quel terribile giorno,
Mostrò che solo l’Amore poteva essere la via
O la Vita sarebbe andata perduta,
La Vita eterna.
Perché Vita è Amore
E Amore è Vita.

Contributed by Bartleby - 2010/11/30 - 10:20


Scusate... all'inizio della terza e ultima parte, penso sia meglio semplicemente "Dio guardò e vide" oppure, letteralmente, "La Forza dell'Amore guardò e vide".

Bartleby - 2010/11/30 - 10:44


Caro Bartleby, gli unici bestemmiatori sono quelli che usano Dio come un satellite, per trasmettere i loro comandi. Così, credendo che arrivino dall'alto, molti si genuflettono. Quanto a Elvis, io sono nato nel 1941: l'ho sentito nascere, e purtroppo, anche "visto" morire. Lui, ma non la sua voce.

Gian Piero Testa - 2010/11/30 - 13:52



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org