Language   

Quanno sona la campana

Musicanova
Language: Neapolitan

List of versions


Related Songs

A la muntagna
(Musicanova)
Sinàn Capudàn Pascià
(Fabrizio De André)
Brigante se more
(Musicanova)


Testo e musica di Eugenio Bennato
Dall'album "Briganti se more"
Voce solista di Loredana Mauri
Flauto dolce: Enzo Avitabile
colonna sonora dello sceneggiato "L'eredità della priora" di Anton Giulio Majano (1980) tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Alianello

briganti se more

Quando i potenti scatenano le guerre è sempre il popolo a rimanere fregato: "pe sta gente ca n’ha mai vuttàto e mane (letteralmente: menato le mani, cioè usato violenza) o padrone vene sempe da luntano, quanno sona la campana"


Torre Calanca


La vicenda dei briganti è la metafora del più lungo percorso che sarebbe apparso nel destino delle popolazioni meridionali, costretti a lasciare le proprie terre per le Americhe lontane. E mentre provavo a tradurre in musica, a tradurre in melodia e in ritmo quella fuga per la sopravvivenza, mi vennero in mente quei versi tradizionali che ricorrono in svariati dialetti di quasi tutte le regioni del Centro-Sud, e risalgono al tempo delle incursioni dei pirati e dei saraceni sulle nostre coste.

È il destino ricorrente di questa gente, tempestata da una storia di conquiste e abituata da sempre alla fuga, da sempre in vigile e trepidante attesa di un nemico che all'improvviso in qualsiasi momento, può apparire all'orizzonte.

(Eugenio Bennato da "Brigante se more - viaggio nella musica del Sud", Coniglio editore, 2010)

All'arme all'arme la campana sona
li Turche so' sbarcati a la marina
chi tene 'e scarpe vecchie se l'assòla
c'avimm'a fare nu lungo cammino

Quant'è lungo stu cammino disperato
e sta storia se ripete ciento volte
nuie fuimmo tutte quante assai luntano
quanno sona la campana

All'arme all'arme la campana sona
li Turche so' sbarcati a la marina
chi tiene o grano lo porta a la mola
comme ce vene janca la farina

Ma nun bastano farina festa e forca
pe sta gente ca n’ha mai vuttàto e mane
o padrone vene sempe da luntano
quanno sona la campana

E po’ vene o re Normanno ca ce fa danno
E po’ vene l’Angiuino ca ce arruvina
E po’ vene l’Aragunese, ih che surpresa
e po’ vene o re Spagnolo ch’è mariuolo
E po’ vene o re Burbone can un va buono
E po’ vene o Piemontese ca ce vo’ bene
Ca pussa essere cecato chi nun ce crede
Ca pussa murire acciso chi nun ce crede.

Contributed by Alessandro - 2006/2/14 - 23:15



Language: Italian

Versione italiana fornita da Marco "Che" Randolo
..."che" traduce dal napoletano?!?!...
QUANDO SUONA LA CAMPANA

Allarme, allarme, suona la campana,
i Turchi sono sbarcati alla marina,
chi ha le scarpe vecchie se le risuoli
che dobbiamo fare un lungo cammino.

Quanto è lungo questo cammino disperato
e la storia si ripete cento volte,
noi fuggiamo tutti quanti molto lontano
quando suona la campana.

Allarme, allarme, suona la campana
i Turchi sono sbarcati alla marina,
chi ha il grano lo porti alla macina,
come viene bianca la farina.

Ma non bastano farina, festa e forca
per questa gente che non è mai stata violenta,
il padrone viene sempre da lontano
quando suona la campana.

E poi viene il re Normanno che ci fa danno,
e poi viene l'Angioino che ci rovina,
e poi viene l'Aragonese, oh, che sorpresa,
e poi viene il re Spagnolo che è un ladro,
e poi viene il re Borbone che non va bene,
e poi viene il Piemontese che ci vuole bene:
e che possa essere accecato chi non ci crede,
e che possa venir ucciso chi non ci crede.

Contributed by MarcoChe - 2006/9/7 - 21:50


e poi viene il re Spagnolo che è un mariòlo....

mariuòlo significa LADRO...
anche se in italiano (mariolo) vuol dire uomo furbo e truffatore, però in napoletano vuol dire ladro...
anche perché truffatore in napoletano si dice trastulatòre e furbo invece marpiòne...:)

e poi viene il re Spagnolo che è un ladro...

ciaoooooooooooooo


(Jimmy)

Grazie dell'osservazione. Abbiamo corretto! Ciaooo

2007/5/22 - 20:24


Per quanto potrà semrare strano, la canzone non è tutta in napoletano, anzi è in "Putzese" (potentino) che si somiglia tanto ma la pronunica è piu' stretta.
L'eredità della madre prioria, sceneggiato di quelli mitici in bianco e nero, è ambientato in Lucania (che non è esattamente la Basilicata, una parte della Lucania è in provincia di Salerno, quindi in campania) e nel Melfese (questa fa parte della Basilicata) e la colonna sonora erano proprio questi meravigliosi brani del progetto "Musicanova" di Bennato e D'Angio'.
Ancora ricordo quando da bambino Potenza si svuotava perchè tutti, ma proprio tutti seguivano lo sceneggiato in TV (chi non lo aveva, cosa non tanto rara, si invitava da amici o parenti, per non perdere la puntata.
E anche vero che mia madre, alcuni anni più tardi, ha comprato il videoregistratore solo per registrarsi "Beautiful".......

Peppino - 2008/7/4 - 18:57



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org