Language   

Diez de Corpus

José de Molina
Language: Spanish


Related Songs

Corrido de Rubén Jaramillo
(José de Molina)
Corrido a Aguas Blancas
(José de Molina)
Tlatelolco III
(José de Molina)


[1971]
Album “Canticos y Testimonios”

Altra canzone dedicata all’“Halconazo”, o La masacre del corpus Christi.

La “Masacre del Corpus Christi” è una canzone del 1971 e racconta quello che è passato alla storia come “El Halconazo”.
Alla fine del 1970 Luis Echeverría, ministro degli interni sotto Gustavo Díaz Ordaz e mandante con questi del massacro di Tlatelolco nel 1968, divenne presidente del Messico. I boia si davano il cambio al potere. Echeverría aveva bisogno di rifarsi la verginità e di mostrare all’opinione pubblica internazionale che il Messico non era una dittatura sanguinaria ma uno stato aperto e democratico. Così, all’inizio, consentì la scarcerazione o il rientro dall’esilio di molti attivisti del movimento studentesco e parlò di riforma della scuola e del prossimo riconoscimento di ampie autonomie per le università.
Ma era un inganno.
Passati appena pochi mesi il presidente rivelò la sua vera faccia dispotica e dispose draconiani tagli di fondi agli atenei, rendendo così vuote le riforme in adozione. Il movimento studentesco, benchè fosse molto più diviso che non nel 1968, scelse di scendere ancora una volta nelle piazze.
Il 10 giugno 1971, giorno del Corpus Domini, gli studenti dell’UNAM e dell’IPN che manifestavano pacificamente a Città del Messico furono attaccati da un gruppo paramilitare addestrato dalla Dirección Federal de Seguridad per provocare scontri di piazza, un “grupo de choque” chiamato “Los Halcones”… Ancora oggi – come pure per il massacro di Tlatelolco – non si conosce l’esatto numero dei morti, anche perché vi fu un’ondata di sequestri e “desapareciones” nelle ore e nei giorni successivi… Comunque sul selciato non rimasero meno di 30 corpi.
Fortalece mi corazón y mis labios, dolor,
De manera que pueda contar esta historia sin llanto,

Normal, caso, estudiantes,
Cosmos, Melchor, Ocampo,
Radios, gases, botas, tanques,
Barras de bambú, escuadras, metralletas...

Sangre, venas, dedos, testículos,
Lagrimas...

Muerte, rencor, histeria, valor,
Fue en el Diez Corpus...

Cuerpos, madres, hijos, hermanos...

Regente, presidente, halcones,
Presente, investigación, falsedad...

Recuerdos, olvido, ¡carajo!
Conmigo ¡carajo! Contigo,
Sangre, lucha, dedos, pueblo.
Fue en el Diez Corpus...

Cuerpos, recuerdos, olvido,
¡carajo! conmigo, ¡carajo! contigo...

Contributed by Bart Pestalozzi - 2010/9/2 - 11:48



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org