Lingua   

Piccoli angeli

Gilberto Lamacchi
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Scuola
(Eugenio Finardi)
Prison Sex
(Tool)
Take Off Your Shoes
(Sinéad O’Connor)


Non hanno lacrime negli occhi
ma un mare grande in fondo al cuore
le loro anime gli specchi
di un mondo pieno di dolore...

Sono bambini come tanti
ma sono adulti nelle mani
incatenati da innocenti
emarginati come nani

e se c’è un uomo nella notte
che nel silenzio li farà svegliare
sarà vergogna, oppure sono botte
se tu ci provi a rifiutare

e quanta rabbia nella mente
se mamma non ti dà conforto
quando è una gabbia il tuo presente
preferiresti essere morto

angeli senza miracoli
fermi ai semafori semi di fiori
e cuccioli persi nei vicoli
senza padrone senza Dio...

Qual è il sapore della cioccolata
lo possono soltanto immaginare
vivendo ogni giorno alla giornata
non c’è una gioia mai da ricordare

dov’è il colore dolce dei gelati
l’estate calda per andare al mare
dov’è la giostra, dove sono i prati
il palloncino che ti fa volare

E se i cartoni non sono animati
ma improvvisate case di città
per quanto tempo voglia di giocare
in quei sorrisi seri resterà...

Angeli senza miracoli
quasi ridicoli teneri amori.
E cuccioli dentro ai pericoli
con il coraggio....

se la speranza li ha dimenticati
su impolverate strade di città
chissà se ancora voglia di giocare
su quei sorrisi seri resterà

ma quanta infanzia ancora da rubare
prima che il mondo se ne accorgerà
ma quanta voglia ancora di volare
nell’innocenza della libertà...

inviata da DonQuijote82 - 27/7/2010 - 15:44



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org