Language   

If I Had A Rocket Launcher

Bruce Cockburn
Language: English

List of versions


Related Songs

Kit Carson
(Bruce Cockburn)
Call It Democracy
(Bruce Cockburn)
All Our Dark Tomorrows
(Bruce Cockburn)


[1983]
Lyrics and music by Bruce Cockburn
Testo e musica di Bruce Cockburn



Una canzone contro la guerra...estremamente a modo suo, anche se a mio modesto parere pienamente condivisibile. E' stata scritta da Bruce Cockburn tra il febbraio e l'aprile del 1983 in un luogo che, undici anni dopo, sarebbe stato il teatro della più celebre rivolta antiimperialista attuale in America Latina: il Chiapas; la canzone è stata poi perfezionata e incisa a Toronto. E' inserita in quattro album: Stealing Fire (1984), la compilation "Waiting for a Miracle, Singles 1970-1987" (1987), l'altra compilation "Anything Anytime Anywhere, Singles 1979-2002" (2002) e l'album dal vivo "Bruce Cockburn Live" (2002)
Il testo è ripreso da questa pagina intitolata "Bruce Cockburn Project", dalla quale sono state riprese anche le notizie discografiche.
Here comes the helicopter -- second time today
Everybody scatters and hopes it goes away
How many kids they've murdered only God can say
If I had a rocket launcher...I'd make somebody pay

I don't believe in guarded borders and I don't believe in hate
I don't believe in generals or their stinking torture states
And when I talk with the survivors of things too sickening to relate
If I had a rocket launcher...I would retaliate

On the Rio Lacantun, one hundred thousand wait
To fall down from starvation -- or some less humane fate
Cry for Guatemala, with a corpse in every gate
If I had a rocket launcher...I would not hesitate

I want to raise every voice -- at least I've got to try
Every time I think about it water rises to my eyes.
Situation desperate, echoes of the victims cry
If I had a rocket launcher...Some son of a bitch would die

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/1/18 - 17:15



Language: Italian

Versione italiana di Riccardo Venturi
18 gennaio 2006
SE AVESSI UN LANCIARAZZI

Ecco che arriva l’elicottero, la seconda volta oggi
Tutti vanno di qua e di là e sperano che se ne vada
Quanti bambini hanno ammazzato oggi, Dio solo lo sa
Se avessi un lanciarazzi…la farei pagare a qualcuno

Non credo nelle frontiere sorvegliate non credo nell’odio
Non credo nei generali e nei loro schifosi stati torturatori
E quando parlo coi sopravvissuti a cose troppo orribili da raccontare
Se avessi un lanciarazzi…farei occhio per occhio

Sul Río Lacandona attendono in centomila
Di morire di fame, o di qualche altro destino ancor più inumano
Piango per il Guatemala, con un cadavere a ogni porta
Se avessi un lanciarazzi…non esiterei a usarlo

Voglio che si alzi ogni voce, o almeno devo tentarci
Ogni volta che ci penso mi vengono le lacrime agli occhi.
La situazione è disperata, gli echi delle vittime in lacrime
Se avessi un lanciarazzi…qualche figlio di puttana morirebbe.

2006/1/18 - 17:20


Se posso suggerire, la traduzione migliore per "rocket launcher" è lanciarazzi.
E' un' arma che serve per abbattere gli elicotteri ed è per questo che il protagonista della canzone la vorrebbe.
Il bazooka è un arma per cingolati.
E' solo una sfumatura , d'altra parte la traduzione è ottima.

cesare

cesare - 2017/9/24 - 22:15


Giusto, sottoscrivo l'osservazione di Cesare.
D'altra parte, Bruce Cockburn avrebbe potuto tranquillamente usare il termine bazooka, se avesse voluto intendere quello.

B.B. - 2017/9/25 - 08:06


E in effetti riconosco anch'io che le osservazioni sono giustissime. Tant'è vero che ho appena aggiornato la mia vecchissima traduzione. Salud!

Riccardo Venturi - 2017/9/25 - 11:07



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org