Language   

Il coscritto

Giorgio Gaber
Language: Italian



Di buon'ora stamattina
con in mano la cartolina
al distretto mi son presentato,
al distretto mi son presentato.

"Comandi, sior capitano"
--Giovanotto son colonnello--
"Scusi tanto sor colonnello,
in che cosa la posso servir?"

--Via i calzoni e la giacchetta,
via la cravatta e la maglietta
e vediamo com'è il torace
che la patria ha bisogno di te.--

"Sarei proprio molto lieto
di aiutarvi in qualche cosa,
ma in paese ci ho la morosa
e un lavoro che ho appena trovà."

--Giovanotto non scherzare,
sei abile, bel militare,
per difendere la patria amata
il tuo sangue sii pronto a versar.--

"Quel che dice mi consola,
davvero una bella cosa,
ma al paese ci ho la morosa,
da lei preferisco tornar."

--Senti un po' brutto coscritto,
ti han chiamato qui al distretto,
per difendere la patria amata
dal feroce e malvagio invasor.--

"E chi è questo invasore
che mi dà questa fregatura?"
--Per adesso non c'è ancora,
ma un attacco potrebbe sferrar.--

E così da stamattina
mi han messo in testa una bustina
coi colori della bandiera
ed aspetto il nemico invasor.

Ti prego caro nemico,
se hai un po' di cuore, di una cosa:
io al paese ci ho la morosa,
fai il favore di non attaccar.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org