Lingua   

Tutti dentro

Polveriera Nobel
Lingua: Italiano



Qualcuno lo misero dentro perché non sapeva dove andare.
Qualcuno perché mangiava senza soldi per pagare.
Qualcuno perché dormiva troppo, qualcuno perché restava sveglio.
Qualcuno perché era fatto male o solo non era fatto meglio.
Qualcuno perché aveva pronunciato una frase che suonava strana,
Per una crisi epilettica o perché sua madre faceva la puttana.

E quando li ebbero messi tutti dentro, fuori erano ancora in molti
A capovolgere il senso della vita senza coprire i propri volti.
E quando li ebbero messi tutti dentro, scoprirono che c'era ancora un fuori
Dove niente era perfetto, dove c'erano ancora troppi errori.

Qualcuno lo misero dentro perché a volte parlava alla luna.
Qualcuno perché sempre per qualcuno è solo questione di sfortuna.
Qualcuno perché era depresso, qualcuno perché era contento.
Qualcuno perché a volte capita di bruciarsi in un momento.
Qualcuno perché parlava troppo, qualcuno perché non parlava affatto.

Ognuno l'han rinchiuso in una gabbia e sopra c'era scritto: matto .
E quando li ebbero messi tutti dentro, fuori erano ancora in molti.
A sbagliare la grammatica è la vita senza coprire i propri volti.
E quando li ebbero messi tutti dentro, s'accorsero che erano rimasti fuori
Troppe donne, troppi uomini, persone, troppe passioni e dolori.

Qualcuno lo misero dentro perché così andava fatto.
Qualcuno sul muro ha scritto: libertà . Forse non era manco matto.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org