Language   

New York Mining Disaster 1941

Bee Gees
Language: English

List of versions


Related Songs

Dear Mr. Kissinger
(Bee Gees)
Una miniera
(New Trolls)
The Aberfan Coaltip Tragedy
(Tom Parrott)


[1967]
Album “Bee Gees' 1st”
Bee Gees

Un minatore intrappolato nel crollo della galleria mostra ad un suo compagno di sventura, nella ormai vana attesa dei soccorsi, la foto della moglie che non rivedrà più…

La canzone – il cui titolo è di pura fantasia, perché non vi fu nessun incidente in una miniera a New York nel 1941 - fu ispirata ai fratelli Gibb dal disastro minerario avvenuto ad Aberfan, Galles, l’anno precedente, quando una montagna di detriti di lavorazione della vicina miniera franò travolgendo il paese sottostante ed in particolare la scuola, sicché quasi tutti i morti (144) furono bambini.

A proposito di Aberfan si vedano anche Grey October e The Aberfan Coaltip Tragedy.

Il brano ebbe un buon successo e in Italia fu proposto, in italiano, dal gruppo beat dei Motowns, inglesi trapiantati, con il titolo “Mr. Jones”. “New York Mining Disaster 1941” ispirò sicuramente anche i New Trolls per la loro Una miniera del 1968, dedicata – questa sì – ad un grave incidente in una miniera statunitense, quello di Monongah del 1907.

Testo e tutti gli input trovati su Musica & Memoria
In the event of something happening to me,
there is something I would like you all to see.
It's just a photograph of someone that I knew.

Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it's like on the outside?
Don't go talking too loud, you'll cause a landslide, Mr. Jones.

I keep straining my ears to hear a sound.
Maybe someone is digging underground,
or have they given up and all gone home to bed,
thinking those who once existed must be dead.

Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it's like on the outside?
Don't go talking too loud, you'll cause a landslide, Mr. Jones.

In the event of something happening to me,
there is something I would like you all to see.
It's just a photograph of someone that I knew.

Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it's like on the outside?
Don't go talking too loud, you'll cause a landslide, Mr. Jones.

Contributed by Alessandro - 2010/2/11 - 15:42



Language: Italian

La cover in italiano proposta dagli inglesi Motowns.
Testo trovato sempre su Musica & Memoria
MR. JONES

Eventualmente non tornassimo mai più
a respirare l'aria pura di lassù
c'è qualche cosa che mostrarti io vorrei
c'è mia moglie qui, Mr. Jones
anche se questa foto è un po' vecchia
puoi vedere la mia donna com'è bella, Mr. Jones

Da due giorni ci tengono quaggiù
nel terrore continuo del grisu
chissà se ancora c'è qualcuno che di là
cerca sempre di trovarci oppure no

C'è mio figlio qui, Mr. Jones
tra tre giorni sarà la sua festa
ma purtroppo starà solo con chi resta, Mr. Jones

Io spero sempre di sentire dal di là
il rumore di un qualcosa che verrà
a porre fine in qualche modo a tutto ciò
c'è mia madre qui Mr. Jones
vedo già sul bel viso di vecchia
nuovi solchi procurati dal dolore, Mr Jones
Mr. Jones

Siamo in due qui Mr Jones
ma lassù ci sta la mia gente
è per loro che devo ritornare
Mr Jones ...

Contributed by Alessandro - 2010/2/11 - 15:44


riproposta anche dai Chumbawamba



[2000]
WYSIWYG (What You Give Is what You Get)

Chumbawamba WYSIWYG

2012/3/20 - 15:58



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org