Language   

Per tutti quei sorrisi

Marmaja
Language: Italian

List of versions


Related Songs

Ti ricordi il 1969
(Daniele Biacchessi)
The Ballad of Nick & Bart [Here's To You]
(Joan Baez)
Radio Rosa
(Marmaja)


1999
In tel vento sonà

In tel vento sonà

La canzone parla della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna e mi è stata segnalata direttamente da Guido Frezzato dei Marmaja, che ringrazio di cuore.

Vorrei dedicarla a Elia, il chitarrista dei Marmaja, scomparso il 18 giugno 2004.
Con nessun'altra parola, ma soltanto musica.

(Riccardo Venturi)
Uno partì di notte
con un dente di veleno
la foto di un sorriso,
spariti sopra un treno
portava dentro un alba
che viene da lontano.

Uno partì da Ancona
tra le note di una canzone
suo fratello lo raggiunse
poco prima della fine
portava a denti stretti
la rabbia e la ragione.

L'ultimo indeciso
non ci credeva ancora
partì con altri sei
sul fare dell'aurora
si incontrarono all'incrocio
tra il dire oppure il fare.

Il primo la sua foto
la guardò senza parlare
la chitarra prese il ritmo
per non lasciarsi andare
e l'ultimo indeciso
scaricò le sue parole.

Si incontrarono all'incrocio
dove finisce il giorno
dove la gente paga
tra catene e girotondo
come trapezisti
stesi sopra il mondo

si incontrarono all'incrocio
e cantarono una canzone
per tutti quei sorrisi
perduti alla stazione,
per tutti quei sorrisi
perduti alla stazione.

Contributed by Riccardo Venturi - 2005/8/14 - 00:26



Language: Italian (Veneto Rovigotto)

Versione in dialetto veneto Rovigotto di Marco Randolo, indegno di tradurre i suoi compaesani =)!
PAR TUTI CHI SORISI

Uno lè partìo de note
col dente invelenà
còe foto d'un soriso,
sparìo de sòra d'un tren
el gheva dentro un'alba
che la vien da distante.

Uno lè partìo da Ancona
in mezo le note de na canzon,
sò fradeo lo gà ciapà
un fià prima dela fine
el gheva strucà i denti
el gheva rabia e rasòn.

L'ultimo indeciso
no l ghe credeva ancora
lè partìo co'n altri siè
un fià prima dell'aurora
i sè catà in't'un incroso
in mezo al dire o al fare

El primo la sò foto
el gà vardà senza parlare,
la chitara gà tolto el ritmo
par no lasarse ndare
e l'ultimo indeciso
el gà scargà le sò parole.

I sè catà in't'un incroso
dove ca finisse el dì
dove la zente prega
tra cadene e giritondo
come cuei d'i salti
destirà del sòra del mondo

i sè carà in't'un incroso
e i gà cantà na canzon
par tuti chi sorisi
ca ghemo perso ala stazion,
par tuti chi sorisi
ca ghemo perso ala stazion.

Contributed by MarcoChe - 2006/9/10 - 04:13



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org