Language   

Jackaroe

Anonymous
Language: English

List of versions


Related Songs

Johnny Has Gone For A Soldier [Siúil a ruin; Shule Aroon]
(Anonymous)
Bangladesh
(Joan Baez)
I Wish That The Wars Were All Over
(Anonymous)


[XVIII sec. / 18th century]

Ballata tradizionale di origine sicuramente britannica, ma proveniente dai Monti Appalachi, sul diffusissimo tema della ragazza che si traveste da uomo per andare alla guerra al posto del fidanzato (o per ritrovarlo). E' stata, tra gli altri, interpretata da Joan Baez nel suo "Ballad Book", volume primo. Si veda anche La guerriera.
There was a silk merchant in London he did dwell
He had only one daughter and the truth to you I’ll tell

This young lady she was courted by men of high degree
There was none but Jack the sailor would ever do for she

As soon as her waiting maid heard what she did say
She went to her father and there she did betray

Dear daughter if this be true what I have heard of you
Jackie shall be vanished and you confined too

Poor Jackie has gone to sea with trouble on his mind
A-leaving of his country and darling girl behind

She went into a tailor shop got dressed in men’s array
She went onto a vessel to convey herself away

Before you step onboard sir, your name I’d like to know
She smiled all over her countenance they call me Jackaroe

Your waist is light and slender your fingers neat and small
Your cheeks too red and rosy to face the cannonball

I know my waist is light and slender, my fingers are neat and small
But I never change my countenance to face the cannonball

The wars being over she hunted all around
Among the dead and wounded and her darling boy she found

She picked him all up in her arms and carried him back to the town
And sent for a physician who quickly healed his wounds

This couple they got married so well they did agree
This couple they got married and why not you and me?

Contributed by Riccardo Venturi - 2005/7/4 - 01:14




Language: Italian

Versione italiana a cura di Alberto Tiraferri
dal volume "Joan Baez, Ballate e folksongs"
Newton Compton Editori, Roma 1977
pagina 97
JACKAROE

C'era un ricco mercante che abitava a Londra,
aveva un amore di figlia, vi dirò la verità

Aveva un sacco di spasimanti, uomini di alto rango
ma non c'era che Jack il marinaio che poteva essere il suo solo amore

Ora Jackie se n'è andato per mare con l'animo tormentato,
a lasciare il paese natio e la ragazza che ama

Lei andò da un sarto ad acconciarsi con abiti maschili,
e salì a bordo di un vascello per mettersi in viaggio

"Prima che saliate a bordo, signore, vorrei sapere il vostro nome."
Lei sorrise con tutto il viso, "Mi chiamano Jackaroe".

"La vostra vita è fragile e snella, le vostre dita son piccole e delicate,
le vostre gote troppo rosse e colorite per affrontare le palle di cannone."

"Lo so che la mia vita è snella, che le mie dita sono piccole e delicate,
ma non tremerei a veder cadere diecimila uomini."

Presto finita la guerra, cercarono dappertutto,
e tra i morti ed i morenti trovò il suo amato ragazzo

Lo tirò su con le sue braccia e lo portò in città,
e fece chiamare un medico che gli guarì presto le ferite

Questa coppia si sposò, stavano così bene insieme,
questa coppia si sposò, perché no dunque tu e io?

Contributed by Riccardo Venturi - 2005/10/19 - 03:08




Language: Italian

Versione italiana / Italian version / Version italienne / Italiankielinen versio: Gianni Barnini
JACKAROE

La figlia di un mercante famosa per beltà
Viveva bene a Londra dirò la verità
Oh dirò la verità
Da tutti era ammirata per il suo splendore
Ma Jack il marinaio era il suo solo amore
Oh era il suo solo amore
Jack fu poi chiamato per andare in guerra
Lasciando lì il suo amore lasciando la sua terra
Oh lasciando la sua terra
Lei allora andò da un sarto e si vestì da paggio
Salì sopra il vascello per mettersi in viaggio
Oh per mettersi in viaggio
Tu puoi salire a bordo ma il nome tuo non so
Sorrise col suo viso mi chiamo Jackaroe
Oh mi chiamo Jackaroe
La vita tua è snella le dita hai delicate
Non credo tu sia adatto a sparare cannonate
Oh a sparare cannonate
Le dita ho piccoline i polsi affusolati
Ma so restare calmo se muoiono i soldati
Oh se muoiono i soldati
Quando finì la guerra si misero a cercare
In mezzo ai moribondi lei ritrovò il suo amore
Oh lei ritrovò il suo amore
Lo prese tra le braccia e lo portò in paese
Poi gli chiamò un dottore che lo guarì in un mese
Oh che lo guarì in un mese
Divennero due sposi scordarono anche i guai
Come faremo noi amore mio vedrai
Oh amore mio vedrai
E' una cover metrica quindi cantabile

Contributed by Gianni Barnini - 2021/1/15 - 11:54



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org