Language   

La ragazza e la miniera

Francesco De Gregori
Language: Italian



Mamma chissà se valeva la pena
fare tanta strada ed arrivare qua.
La gente è la solita, non cambia la scena,
la stessa che ho lasciato tanto tempo fa.
Hanno fame di soldi, hanno fame d'amore
e corrono a cento all'ora..
I loro figli non somigliano a niente,
l'adolescenza subito li divora.

E se potessi tornare indietro,
indietro io ci tornerei,
se potessi cominciare daccapo
quello che ho fatto non lo rifarei.

Ora c'è un ragazza di vent'anni che vive qua,
con lei dormo la notte, divido la notte,
e una notte forse lei mi sposerà,
Ora c'è una miniera che ci danno mille l'ora per andare giù.
Quando usciamo inciampiamo nelle stelle,
perché le stelle ormai quasi non le vediamo più...

Meno male che c'è sempre qualcuno che canta
e la tristezza ce la fa passare,
se no la nostra vita sarebbe una barchetta in mezzo al mare,
dove tra la ragazza e la miniera apparentemente non c'è confine,
dove la vita è un lavoro a cottimo
e il cuore un cespuglio di spine.

Meno male che c'è sempre uno che canta
e la tristezza ce la fa passare,
se no la nostra vita sarebbe come una barchetta in mezzo al mare,
dove tra la ragazza e la miniera apparentemente non c'è confine,
dove la vita è un lavoro a cottimo
e il cuore.. un cespuglio di spine…


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org