Language   

Ned Ludd

Ned Ludd
Language: Italian



Hey prete sai tenere un segreto
bè lo so fare anch’io
domani morirò
ma a modo mio
senza alcun ostacolo
non rende lavorare il legno
adesso viviamo nella nostra prigione
vendendoci a prezzo d’occasione
siamo tutti buoni per lavorare
vecchi, donne, bambini
siamo tutti uguali nelle loro caserme
per le nostre richieste
hanno solo pallottole
ma noi incroceremo le braccia
vogliamo una vita migliore
i figli, i figli dei figli, i figli dei figli dei figli
fucili, cultura, televisione
e cos’altro
per fermare il nostro progresso
adesso non li conosciamo
viviamo nell’illusione di sopravvivere
ci hanno avvertito della nostra scomparsa
hanno suonato le campane di morte
nell’epoca dell’indifferenza
non riesco a dimenticare
il sangue dei miei padri
le loro speranze
la nostra giustizia


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org