Language   

Il disertore

Jerrinez
Language: Italian



Mi han detto ‘vai’
e servi la nazione
hai scarpe comode
adatte ad ogni situazione
mi han detto vai
e servi la nazione
avanza nel deserto
e prendi posizione
conquista il tuo nemico
e usa svelto la mitraglia
conquista per la gloria ed il potere
bombe a grappolo... vittoria!
volevo essere un acrobata
e invece sono un milite
volteggiare senza reti e protezioni
ma mi trovo qui a marcire tra i cannoni
la testa sottomessa a un colonnello
la rabbia soffocata nel plotone
scusate mi riprendo il mio cervello
non vedo altra soluzione

io penso a mia madre
inginocchiata nell’androne
da oggi sono ricercato
inizia la mia ribellione
io penso a mia madre
interrogata nell’androne
da oggi inizia la battaglia
sono un disertore

mi fermo qui
queste gambe da trascinare
medicami
quste vesti sono stracci infetti
tornando a casa
mi son sentito un demente
che nella polvere e nel fango
ha ammazzato per niente
adesso mi trovo scartato e deriso
un’onta al brillare del vostro sorriso
una carie che rosica
per cercare la polpa
un rottame impigliato
nel mio senso di colpa


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org