Lingua   

Cime nevose

anonimo
Lingua: Italiano



Là sulle cime nevose
una croce l'è piantà.
Non vi son fiori né rose
l'è la tomba di un soldà.

L'è un partigian, l'é un partigian
che il nemico uccise
l'è un partigian
che nel fuoco morì.

Pensando alle alte vette
fra i dolci acuti canti
fra i rivoli fruscianti
snodati verso il pian

la mamma più non piange
il figlio suo perduto:
sull'alpe sconosciuto
un altro eroe sta.

L'è un partigian, l'é un partigian
che il nemico uccise
l'è un partigian
che nel fuoco morì.

Vi vedo e penso ancora
nell'ora dei tramonti
al sorger dell'aurora
montagne del mio cuor.

Questo dolce ricordo
mi fa sognare, mi fa cantare
tutta la melodia
che riempie il cuore di nostalgia.

Vi vedo e penso ancora
nell'ora dei tramonti
al sorger dell'aurora
montagne del mio cuor.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org