Language   

Italia: ultimo atto

Ianva
Language: Italian

List of versions


Related Songs

Ethika fon ethica
(Franco Battiato)
La Ballata dell’Ardito
(Ianva)
Dov’eri tu quel giorno?
(Ianva)


[2009]
Album "Italia: Ultimo Atto"
italia ultimo atto

Un brano che, insieme a "In compagnia dei lupi", ricorda molto la celebre Povera patria di Franco Battiato. Forse ne è un'attualizzazione, dato l'odierno immondo verminaio di fascisti, satiri, puttane d'alto bordo, faccendieri, mafiosi, eversori, piduisti, incompetenti, bugiardi, mercenari, arroganti e imbecilli che brulicano grassocci e ben pasciuti e bavosi sia ai vertici dello Stato e dei partiti così come in ogni angolo buio, umido e fetido del nostro povero paese...

"La normalizzazione degli anni ‘80 e ‘90 è compiuta. L’Italia è un paese socialmente e culturalmente disintegrato. Super-poteri sovranazionali ne hanno assunto il controllo assoluto e procedono al dissanguamento, affiancati, come sempre, da volenterosi servi indigeni. Paradossalmente torniamo a essere avanguardia: quella d’un Occidente avviato verso le tenebre."
(Dal sito del gruppo)
Chiaro ch’è andata così: un paese da vomito!
A tal punto sconfitto
Che il non darsi più limiti
Lo ritiene un diritto,
E intanto, sopra di noi,
È tutto un raspare di sciacalli,
Tutto un darsi di gomito.
Per quanto avvezzi ai talloni
Non potremmo trovarci peggiori padroni
Di quelli che abbiamo già.

Se inizi a sputare dove hai fino a oggi mangiato
Ti unisce un sollievo che abbiamo già sperimentato,
Vieppiù faticato e insapore quel piatto, del resto,
Comunque ci dicono sia revocabile presto,
Anzi, forse lo è già.

Fuoco
Non ne troverai a sufficienza
Per domare questa pestilenza
Nemmeno negli astri, nemmeno negli abissi terrestri.
Italia la gran cortigiana
Con corona di vette innevate
Che puoi rimirar da lontano
Come un’aquila con le ali inchiodate.
E sentire onorar la bandiera in certe bocche è cosa nauseante:
Con tutti quei morti sul gozzo sventolerà sotto un fiato pesante.

Ma come siamo giunti fin qui?
Non mi riesce di crederci!
Proprio come i cornuti
Sempre messi al cospetto di fatti compiuti,
Poi bestemmia, se vuoi.
Antiche scaltrezze da servi da un po’ non ci aiutano
E non è sorprendente che in assenza di quelle non resti più niente
Da giocarci per noi.

Attendi una resa dei conti che non giunge mai,
Ma come aspettarsi riscosse da simili buoi?
Al limite ognuno compila una lista mentale
Di veri o presunti bastardi a cui farla pagare…
Se quel giorno verrà.

Vuoto
Non si cessa mai di cadere,
Ogni volta c’è un male minore
Che devi ingoiare
Fino al prossimo d’un grado peggiore.
E ciò che è uno stupro abituale
Ci convincono sia un compromesso,
Patriota lo resto, però, quando sto con me stesso.
Vivo uno stato ideale tra i muri della mia stanza,
Invocare il sipario è normale, se una farsa è durata abbastanza.

Contributed by Alessandro - 2009/7/14 - 11:51



Language: French

Version française – Marco Valdo M.I. – 2009


Un morceau qui, avec « In compagnia dei lupi », rappelle la célèbre « Povera patria » de Franco Battiato. Peut-être en est-ce une actualisation étant donné l'immonde fourmillement de fascistes, de satyres, de putains de haut vol, d'affairistes, de mafieux, de subversifs, de cagoulards, d'incompétents, de menteurs, de mercenaires, d'arrogants et d'imbéciles qui grouillent bien gras, florissants et baveux aussi bien aux sommets de l'État et des partis que dans chaque coin sombre, humide et fétide de notre pauvre pays...

La normalisation des années 80 et 90 est terminée. L'Italie est un pays socialement et culturellement désintégré. De super-pouvoirs supranationaux en ont pris le contrôle absolu et procèdent à son extinction, flanqués, comme toujours, de volontaires esclaves indigènes.
Paradoxalement, nous revenons à l'avant-garde : celle d'un Occident en route vers les ténèbres! ».


Commentaires adjacents de Marco et de Lucien.

De fait, dit Lucien l'âne avec un accent sarde un peu désespéré, l'Italie est dans de vilains draps et les odeurs ne se confinent plus aux alcôves du pouvoir. Les effluves empestent jusque dans les fjords les plus polaires. L'Europe toute entière devrait commencer à se méfier de cette pourriture qui s'étend de proche en proche; à commencer par les pays voisins.

Oh, oh, dit Marco Valdo M.I., on a déjà vu ça et les dégâts furent considérables. Certains, désespérés, s'étaient retirés sur l'Aventin, mais personne n'avait compris le sens profond de cette retraite.

Mais, dit Lucien l'âne sentencieux, regarde ce bel inventaire à la Prévert : « l'immonde fourmillement de fascistes, de satyres, de putains de haut vol, d'affairistes, de mafieux, de subversifs, de cagoulards, d'incompétents, de menteurs, de mercenaires, d'arrogants et d'imbéciles qui grouillent bien gras, florissants et baveux aussi bien aux sommets de l'État et des partis que dans chaque coin sombre, humide et fétide de notre pauvre pays... ». En fait, les métastases se sont répandues partout. C'est là le pire. Et la question est le comment. Poser un instant le regard sur le phénomène et la glauque vérité surgit : le porteur du virus, son véhicule : c'est la télévision. C'est par elle que passe l'image souriante de l'Enchanteur masqué et des poupées branlantes.

Tu as raison, mon ami l'âne. Ces caresses sont empoisonnées. Mais pour moi, la question est, à présent qu'il est déjà bien tard et que le mal a franchi les Alpes, que faire ici et maintenant ? Comment organiser et mener la résistance...? Tu sais bien que notre devise est « Ora e sempre : Resistenza ! »; il est temps de préparer le linceul de ce vieux monde, malade de la peste glauque...

Tu as raison, dit l'âne en dressant ses oreilles en signe d'affirmation, mais le mal est celui de l'Empire; il est né au cœur de l'Empire transatlantique et il est soigneusement gardé et porté à travers le monde par ses légionnaires. Tu as raison, pour respirer, il va nous falloir retourner dans les montagnes... « Ora e sempre : Resistenza ! »; faisons comme les Canuts : « Tissons le linceul du vieux monde... »

Ainsi Parlait Marco Valdo M.I.
ITALIE: DERNIER ACTE

Il est clair que c'est ainsi : un pays à vomir !
À tel point déconfit
Que le sans-limites
Est devenu un droit,
Entretemps, au-dessus de nous,
Il y a tout un grouillement de chacals,
Tout un jeu de coudes.
Bien qu'habitués aux talons,
Nous ne pourrons trouver pires patrons
Que ceux que nous avons déjà.

Si tu commences à cracher là où jusqu'aujourd'hui tu as mangé
Il te vient un fumet que nous avons déjà expérimenté,
Ce plat est encore plus pénible et sans saveur , du reste,
Néanmoins, nous dit-on, il s'en ira bientôt,
Peut-être l'est-il déjà.

Du feu,
Tu n'en trouveras pas à suffisance
Pour dompter cette pestilence
Pas même dans les astres, pas même dans les abysses terrestres.
Italie, la grande courtisane
Avec sa couronne de sommets neigeux,
Qu'on peut admirer de loin,
Est comme un aigle avec les ailes clouées.
Et entendre honorer son drapeau par certaines bouches est chose nauséabonde;
Avec tous ces morts sur l'estomac, il y flotte une haleine pesante.

Comment en sommes-nous arrivés là ?
Je n'arrive pas à y croire !
Tout comme les cornus
Toujours mis à l'écart des faits accomplis
Tu râles après, si tu veux.
Les vieilles ruses d'esclaves bientôt ne nous serviront plus
Et en leur absence, il n'y a rien d'étonnant qu'il ne reste plus rien
À en tirer pour nous.

Tu attends une reddition de comptes qui n'arrive jamais
Mais comment espérer que se révoltent de pareils bœufs ?
À la limite, chacun fait une liste mentale
De vrais ou présumés bâtards auxquels la faire payer...
Quand ce jour viendra...

Dans ce vide
On ne cesse jamais de tomber.
À chaque fois, c'est un mal mineur
Qu'il te faut avaler
Jusqu'au suivant qui est pire encore.
Et ce qui est normalement un viol
Ils te convainquent que c'est un consentement.
Je reste patriote, sans doute, quand je suis avec moi-même.
Je vis dans un État idéal entre les murs de ma chambre,
Invoquer le rideau est normal, quand la farce a duré trop longtemps.

Contributed by Marco Valdo M.I. - 2009/7/26 - 11:20


E cosa c'entrano gli IANVA in "canzoni contro la guerra"? Cioè, se va bene una canzone qualsiasi di chiunque, scevra dal contesto, che va contro la guerra o che sembra così, OK... ma sentitevi le altre canzoni di questo gruppo, che cmq non ama essere politicizzato... "La Ballata dell'Ardito", "Di nuovo in armi"... non che questi musicisti siano "a favore" della guerra ma molti loro pezzi non sono pacifisti... e si esalta l'impresa fiumana di dannunzio...
(Kat)

Prima di scrivere commenti del genere ti suggeriamo vivamente di prenderti una quindicina di giorni di ferie e di scorrere perbene questo sito, con tutto quel che vi è stato scritto. Poi le cose ti appariranno molto più chiare. Saluti! [RV]

2009/9/25 - 00:52


Se invece non hai quindici giorni di ferie da prenderti, puoi cominciare a leggere questo commento di Alessandro a una delle canzoni che hai citato, e magari da lì si può cominciare una discussione costruttiva. Saluti.

Lorenzo - 2009/9/25 - 08:47


cosa c'entri "verminaio di fascisti" davvero non me lo spiego.I fascisti sono scomparsi dal potere dopo l'8 settembre.
Facile dire, quando le cose sono negative, "colpa dei fascisti"....
Anzi, in "italia ultimo atto" spesso vengono prese di mira le posizioni dei "vincitori" della guerra (le loro colpe nella guerra civile post 8 settembre, il tradimento. vedi "dov'eri tu quel giorno", "bora", "stagione di caino", "luisa ferida"). Vi prego, non schierate politicamente anche gli ianva immettendo erronee informazioni.

Raffaele - 2012/3/30 - 08:52


Penso proprio che con "verminaio di fascisti" il nostro Alessandro volesse riferirsi al presidente della Camerata Gianfranco Fini, all'allora ministro della Guerra pardon della Difesa, camerata La Russa, al Podestà della Capitale... tutti usciti dalle schiere del neofascismo italiano degli anni '70. Chiaramente non si tratta dei fascisti del Ventennio, quelli hanno altre pesanti responsabilità

CCG Staff - 2012/3/30 - 09:11


Leggi bene tutto, Raffaele, non solo quello che ti serve ed omettendo il resto: "... verminaio di fascisti, satiri, puttane d'alto bordo, faccendieri, mafiosi, eversori, piduisti, incompetenti, bugiardi, mercenari, arroganti e imbecilli..."
I vermi sono di tante specie e colori, mica solo neri...

Bartleby - 2012/3/30 - 09:23


... guarda Rutelli e i dirigenti dell'ex Democrazia è Libertà - La Margherita (DL), per esempio, un partito dissolto ormai da 5 anni e che ancora riesce a fare danni pure da "morto"... Volevo solo ricordare che Rutelli - che ha mandato dal culo il Comune di Roma ben prima di Alemanno - è stato condannato per le consulenze d'oro di quando era sindaco della Capitale Eterna (fino a quando?) e ora vorrebbe farci credere a colpi di querele che i 20/25 milioni di Euro di rimborsi elettorali della decotta Margherita se li è intascati tutti il vorace tesoriere Lusi e non se li sono "auto-liquidati" invece proprio lui, Rutelli, e i suoi fidi tirapiedi...

Vedi, Raffaele, che di vermi e di verminai ce ne sono molti...

Bartleby - 2012/3/30 - 13:38


"il vorace tesoriere Lusi"

Ma chi proprio questo qui?

http://www.youtube.com/watch?v=KAceDGwSNAs

X Mas - 2012/3/31 - 14:36


Proprio lù, ma con i partigiani non c'entra nulla, semmai con l'Associazione Nazionale Predatori d'Italia...

Caro X Mas, associare proditoriamente un filibustiere dei giorni nostri agli eroi della Resistenza al nazifascismo è una pratica ben meschina che ti definisce per quello che sei.

Happy X Mas (War Is Over) - 2012/4/3 - 09:59


Happy X Mas (War Is Over) -

Eh no caro perchè gli uni sono gli eredi deli altri, che ti piaccia o meno. Del resto veri filibustieri erano "i liberatori" erano quelli che buttavano bombe su civili inermi con l'aiuto di quel brav'uomo di Lucky Luciano e del decantato "eroismo" di chi sparava alle spalle dalle montagne strizzando l'occhio a baffone.

X Mas - 2012/4/3 - 19:38


Lusi, l'ANPI, gli americani, Lucky Luciano, la Mafia, Stalin...
Vedi che non mi sbagliavo? Fai di ogni erba un "fascio"!

Sei confuso. Curati.

X Mas is dazed and confused - 2012/4/5 - 14:41


Quanto al "decantato 'eroismo' di chi sparava alle spalle dalle montagne" devo darti in parte ragione: qualche colpo è scappato... Ma quegli altri, crucchi e fasci, stavano sempre a scappare sicchè qualche spingardata nel culo se la sono presa per forza!

L'ANPI, fulmini & saette - 2012/4/5 - 15:10


Invece non mi sbagliavo io visto che invece di argomentare le tue arrampicature di specchi cominci piano piano ad insultare.

X Mas - 2012/4/5 - 17:03


X Mas, tu invece di arrampicarti sugli specchi faresti bene ad esercitarti a nuotare nella merda delle fogne che dovrebbero essere il tuo habitat naturale.

this machine kills X Mas - 2012/4/5 - 17:09


Con uno che si chiama X Mas c'è solo da pregare la Madonna

Gian Piero Testa - 2012/4/5 - 18:30


“Quando ci si accorge che l'avversario è superiore e si finirà per avere torto, si diventi offensivi, oltraggiosi, grossolani, cioè si passi dall'oggetto della contesa (dato che lì si ha partita persa) al contendente e si attacchi in qualche modo la sua persona...[](Arthur Schopenhauer)

Machine lo sai che i maiali sono migliori di te? Di essi non si butta niente mentre di quelli della tua risma tutto...

X Mas - 2012/4/6 - 00:35


Non sto attaccando la tua persona, ma il tuo essere fascista!

X Mas Get Back To Where You Once Belonged - 2012/4/6 - 09:19


Per X Mas,
nessun insulto ti è stato rivolto da parte mia.
Ho cercato soltanto di ironizzare un po' sui tuoi argomenti che ritengo falsi, confusi e, in definitiva, inutili a qualunque discussione.

Proprio una bella discussione, non c'è che dire...
Suggerirei agli Admins di chiuderla qui, in quanto totalmente inutile e noiosa... Semmai, se credete, potreste concedere ancora un'ultima replica a X Mas, se vuole, giusto perchè non possa andare a frignare sul sito di Stormfront dicendo che sulle CCG gli è stato negato il diritto di parola...

D'accordo con GPT, in ogni caso.

Bartleby, aka Happy X Mas (War Is Over) aka X Mas is dazed and confused aka L'ANPI, fulmini & saette - 2012/4/6 - 09:30


Comunque insulti e polemiche a parte è stata una bella occasione per riascoltare due bei classici del rock inglese! Meglio del neofolk italico, con tutto il rispetto per gli IANVA.

CCG/AWS Staff - 2012/4/6 - 13:28


Sono completamente D'accordo con voi, o perfidi Admins!

Bartleby - 2012/4/6 - 14:05


Happy Xmas ?
Ma non siamo a Pasqua ?

Giancarlo - 2012/4/6 - 14:52


Infatti, Xmas ha trovato un regalino nell'uovo

CCG/AWS Staff - 2012/4/6 - 15:26


Suggerirei agli Admins di chiuderla qui, in quanto totalmente inutile e noiosa...

Ah bene prima fate chiudere le discussioni e poi accusate gli altri di essersela filata... tipico stile "partigiano"... complimenti per la coerenza e addio!

X Mas - 2012/4/6 - 16:13


Addio, non sentiremo molto la mancanza di un mentecatto il cui nick inneggia a una banda di assassini criminali.

Happy Easter (Fascism is Coming Back) - 2012/4/6 - 16:21



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org