Miami & the Groovers

Canzoni contro la guerra di Miami & the Groovers
MusicBrainzMusicBrainz DiscogsDiscogs Italia Italia


Miami & the GrooversA rock'n'roll band.
When Lorenzo Semprini formed the band in september 2000 had one though in mind: Rock'n'roll.
Miami & the Groovers are "one of the greatest rock'n'roll bar band in Europe" (John Daye "R.o.c.k. Magazine), "a kick ass band" (Nashville musician Ron Lasalle).
With more than 60 shows every year, all over Italy, the band played (opening sets or backing band) with many great musicians as:
Southside Johnny & the Asbury Jukes (Southside came up onstage with the band), Popa Chubby, Elliott Murphy, Joe Gruscheky, Jason Reed, Dirk Hamilton, Joe D'Urso & Stone Caravan (many times!), Ron Lasalle, Gang, Graziano Romani.

On April 2005 Miami & The Groovers published their first album DIRTY ROADS with original songs and collaborations with Joe D'Urso and Gang.
The album sold many copies for an indipendent band, good reviews (Buscadero, Rootshighway, Mucchio, Backstreets, etc.) and created a "new wave" of fans (check out: www.miami-supporters.com).

On 2003 Lorenzo "Miami" Semprini playe at "La Scene" in Paris, France and at "The Saint" in Asbury Park New Jersey with Boccigalupe & the Badboys and Joe D'Urso & Stone Caravan.
On November 2004 Lorenzo "Miami" Semprini performed (solo acoustic) at STONE PONY in Asbury Park, New Jersey during the Light of day Benefit, the same night Bruce Springsteen played there.

The band played at many important events as:
Ravenna rock festival
World frisbee Championship "Paganello"
Subiaco Rock Blues Festival
Strade Blu Modigliana (FC)
Bruce Springsteen's event "Spirit in the night" Reggello
Loose Ends Reunion
Castel di Ieri rock nights
Ravello Festival

and many clubs:
Spaziomusica (Pavia)
Big Mama (Roma)
Transilvania (Milano)
Bluestage (Linarolo)
Stazione Birra (Roma)
and many others......

And on December 9th 2006 Lorenzo "Miami" played with Jesse Malin, Willie Nile and Joe D'Urso at the European Light of day benefit.


On February 2005 our big fan Agostino Inzoli from Milano set up a great site for all our fans:
www.miami-supporters.com
The line up of the band is: Lorenzo "Miami" Semprini: vocals, rithym guitar, harp Marco "Boom Boom" Ferri: drums Beppe "City Rocker" Ardito: lead guitar, back vocals Claudio "Clay" Giani: saxophone Ivan Barbari: piano and accordion Luca Fabbri: bass.
the band is working on a new album and keep on touring.


Discography:
Hard times (The demo Tape) 2001
Una città per suonare (Compilation aa.vv.) 2002
Dirty Roads 2005
...many live bootlegs (at www.miami-supporters.com site)

Guests:
Rejkyavik 2003: Sandro Spazzoli e i Rockers Estinti (Lorenzo Miami on bck vocals)
Il Seme e la Speranza (Gang): Lorenzo Miami on vocals

RECENSIONI DIRTY ROADS:

Fabio Cerbone (Buscadero, Rootshighway.it)

Dirty Roads è figlio di una via maestra del rock "made in italy", quella che dai Rocking Chairs di Graziano Romani non ha mai mollato, macinando chilometri sulla strada. Dopo qualche anno di rodaggio come cover band, i Miami & the Groovers hanno deciso di fare il grande salto. E ne sono usciti a pieni voti, sentendo i risultati. Un lavoro di autoproduzione coi fiocchi, e non è così scontato dalle nostre parti, sonorità calde nel solco della più fiera tradizione blue collar rock, ribadite dalla presenza di *Joe D'Urso *come ospite dell'autografa *Waiting for Me*. Chitarre, organi e pianoforte, sax e persino sfumature roots nell'uso di violino, fisarmonica e mandolino: il rock'n'roll operaio della band si colora di radici, spaziando dal rombante timbro urbano di *Rock'n'roll Night* al border della dolcissima *Tears are Falling Down*, duetto tra Lorenzo "Miami" Semprini e l'ospite *Marino Severini *dei Gang.

Salvatore Esposito (Offtopics rock stuff):

Dirty Roads è un disco bello senza mezzi termini. Un disco da godersi in tutta la sua genuinità rock. Gli ingredienti, le immagini, la carica deve senza dubbio moltissimo a Bruce Springsteen, tuttavia il loro cuore italiano non si smentisce e così questi ragazzi riminesi hanno sudato, si sono sbattuti e hanno messo su questi undici brani fatti di strade, sogni, viaggi, polvere e sudore.

Aurelio Pasini (Il MUCCHIO online)

Potenti quando serve, ma anche avvolgenti e malinconici, Miami & The Groovers piaceranno a tutti gli appassionati di certe sonorità senza tempo. Garantiscono per loro i fratelli Severini e Joe D'Urso, compagni di viaggio d'eccezione sulle vie del rock'n'roll.

Gabriele Guerra (Backstreets.it)

Il disco suona veramente bene, suoni curati, belli gli arrangiamenti, sempre discreti e mai scontati, robusta la sezione ritmica e ottime le scelte nell'uso di strumenti come sax, tastiera, violino e mandolino impiegati nel posto giusto e al momento giusto. Solitamente capita che le band che hanno l'occasione per realizzare un disco cerchino di mettere dentro di tutto e di più, cosa che non è successa per Miami & the Groovers che si sono mossi da musicisti navigati realizzando un prodotto veramente ben fatto, azzeccata la scelta della scaletta con una buona scansione ed alternanza di generi e suoni ma soprattutto grande, grande musica.